ZUK Z2 Pro smartphone Android potente e elegante

Mancavano soltanto i crismi dell’ufficialità, oltre che dettagli particolari e più a fuoco, prima che ZUK Z2 Pro potesse far il suo debutto sul mercato, concretizzatosi in data odierna a seguito della conferenza stampa di presentazione. Smartphone Android potente ed elegante, questo il consuntivo veloce del lavoro orchestrato dal brand cinese controllato da Lenovo, chiamato a consolidare quanto di positivo occorso lo scorso anno con l’apprezzato modello di generazione precedente.

L’abbondante circolo di indiscrezioni inerente al nuovo dispositivo ZUK ha dunque trovato il suo pieno ed effettivo inverarsi, ad incominciare da un aspetto estetico elegante e curato nei minimi particolari: l’azienda ha innanzitutto tenuto a rimarcare come ZUK Z2 Pro sia il primo smartphone con <<corpo in vero 3D glass>>, in ragione della leggera curvatura della parte posteriore, nonché il primo dispositivo al mondo a strizzar l’occhio alla salute, considerata la contestuale presenza on-board di ben 10 sensori tra cui passi, battito cardiaco e persino raggi UV; molto assottigliate anche le cornici laterali che separano il display Super AMOLED da 5.2 pollici a risoluzione Full HD dalla scocca (appena 1.41 millimetri per parte), fattore quest’ultimo che ha contribuito a render tutto sommato accessibili le dimensioni generali.

Ad animare il nuovo smartphone Android potente ed elegante è l’ormai in voga processore Qualcomm Snapdragon 820 (quad-core a 64bit con frequenza di clock da 2.1GHz, processo produttivo a 14 nanometri), accoppiato dalla scheda grafica Adreno 530, 64 o 128 gigabyte di storage interno UFS 2.0 (memorie prestanti rispetto alle più consolidate eMMC 5.0) e da un portafoglio di RAM LPDDR4 oscillante tra i 4 ed i 6 gigabyte a seconda della variante scelta. Leggero passo indietro per quanto riguarda la batteria (3.100mAh), mentre a beneficiare di ulteriori accorgimenti dovrebbe esser il reparto multimediale, strutturato dalla presenza di due ottiche da 13 megapixel ISOCELL (apertura focale f/1.8, pixel da 1.34 micron, PDAF, doppio flash LED messa a fuoco laser e stabilizzatore ottico d’immagine) e 8 megapixel (apertura focale f/2.0 e pixel da 1.4 micron); conferme invece per il connettore USB Type-C ed il lettore d’impronte digitali posto sul tasto home, che ZUK ribattezza sotto l’appellativo U-Touch 2.0 (giacché è capace di sbloccare il dispositivo in appena 0.1 secondi e con probabilità di successo pari al 99.7%).

Il passo più importante è comunque il lato software. Abbandonata la Cyanogen, ZUK Z2 Pro abbraccia una interfaccia proprietaria denominata ZUI 2.0 e strutturata secondo i paradigmi di Android Marshmallow in versione 6.0.1: tra le aggiunte degne di nota spicca un software dedicato al fitness e, soprattutto, la sincronizzazione con Apple iCloud. Il nuovo smartphone Android cinese sarà disponibile in pre-ordine a partire da domani (22 aprile 2016, ndr) nella sua versione da 6 gigabyte di RAM e 128GB di storage, mentre quella <<depotenziata>> farà il suo ingresso sul mercato a partire dal 10 maggio. Interessantissimi i prezzi di listino, allorché il ZUK Z2 Pro più prestante potrà esser acquistato in Cina a 2699 renmimbi (368 euro). Vedremo quale sarà la politica di commercializzazione per quel che concerne gli altri territori, nella speranza che possano esser non troppo pepati.

via

 



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: