ASUS ZenFone 4 Pro: immagini, scheda tecnica, data di uscita e le ultime novità sul prodotto
ASUS ZenFone 4 e Pro

Ci sarà anche un top di gamma nel calderone di annunci che ASUS orchestrerà a far data da domani (17 agosto 2017, ndr). Il nome commerciale è presto detto e conferma appieno il posizionamento sul mercato dello smartphone: ZenFone 4 Pro, evidentemente successore dell’attuale ZenFone 3 Deluxe insignito del processore Snapdragon 821 di Qualcomm e di componentistiche di sicuro affidamento. ASUS cambia nome ma non la sostanza: a differenza dello standardizzato ZenFone 4 (ufficializzato già a far data da domani, di concerto con le versioni denominate <<Selfie>>, <<Selfie Pro>> e <<Max>>), il modello in questione vanta migliorie tangibili <<sotto il cofano>>, ad incominciare dal processore e dal quantitativo di memoria RAM.

Come si evince infatti da una recente rilevazione presso il noto portale benchmark GFXBench, ZenFone 4 Pro sarà insignito del nuovo processore Snapdragon 835 di Qualcomm (lo stesso, per inciso, di attuali top di gamma come Galaxy S8 in versione americana, Xiaomi Mi6, OnePlus 5, Xperia XZ Premium e HTC U11), in coppia con la unità di elaborazione grafica Adreno 540 ed un quantitativo di RAM non inferiore ai sei gigabyte. Oltre a questo, possiamo chiaramente far fronte a specifiche indubbiamente ritoccate verso l’alto: lo storage a disposizione dell’utente sarà infatti da 64 gigabyte (espandibili tramite apposito slot per accogliere schede micro-SD) mentre la doppia fotocamera posteriore si attesterà sui 12 megapixel; quella frontale, invece, potrebbe essere da 8 megapixel (non in configurazione doppia), così come il software di default verterà sul paradigma di Android 7.1.1 Nougat strutturato secondo l’interfaccia proprietaria di ASUS.

 

ZenFone 4 Pro avrà un listino di almeno 550 euro in Europa e, in base alle precedenti ricostruzioni presenti in rete, metterà in mostra un display da 5 pollici a risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) ed una interessantissima batteria da ben 3.600mAh. Se così fosse, saremmo indubbiamente di fronte ad un vero e proprio mix di potenza e autonomia del tutto ragguardevole. Staremo a vedere.

VIAPhoneArena
CONDIVIDI
Articolo precedenteUltimo aggiornamento Instagram introduce le risposte ai singoli commenti
Prossimo articoloSconti di Carnevale per Xiaomi su Geekbuying