Sony-Xperia-Z3-Compact

Tempo fa lo sviluppatore Magnus Sandin aveva dichiarato che sbloccare il bootloader di Xperia Z3 e Z3 Compact peggiorerebbe la qualità degli scatti fotografici ed ora Sony conferma tutto.

Dopo le dichiarazioni del noto sviluppatore Magnus Sandin, sul netto peggioramento delle prestazioni della fotocamera di Xperia Z3 e Xperia Z3 Compact nello scatto di foto in condizioni di scarsa illuminazione a seguito dello sblocco del bootloader, arrivano le conferma da Sony che dichiara inoltre che anche altri dispositivi della gamma Xperia di fascia alta potrebbe subire un degrado delle prestazioni della fotocamera se modificati.

 

Sony attraverso un comunicato ufficiale rilasciato nel proprio sito dedicato agli sviluppatori, ha spiega che sbloccare il bootloader di Xperia Z3 e Xperia Z3 Compact, rimuove le chiavi di sicurezza DRM dai dispositivi, che vengono utilizzate dall’algoritmo di riduzione del rumore di fondo, con “conseguente peggioramento dello scatto negli scatti di foto in condizioni di scarsa illuminazione”.

Ovviamente questo particolare problema non andrà ad influenzare l’esperienza d’uso della maggior parte degli utenti, che continueranno ad utilizzare Xperia Z3 e Xperia Z3 Compact con le rom stock rilasciate da Sony, ma sicuramente la notizia non sarà vista con piacere da tutti “gli smanettoni” che desidereranno provare ad installare una ClockWork Recovery Mod od una Custom Rom e che a questo punto saranno costretti a decidere tra modding o qualità fotografica.

Cosa ne pensate del comunicato di Sony? Acquistereste o meno Xperia Z3 o Xperia Z3 Compact sapendo di dover rinunciare già in partenza a foto di qualità o modifiche software?

Aspettiamo i vostri commenti.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteRyse: Son of Rome in regalo partecipando al Romics e solo per veri Romani!
Prossimo articoloL’ iMac Retina con display da 27 pollici è sempre più vicino