Xperia XZ Xperia X Compact

Dopo l’anticipazione di ieri firmata Evan Blass (@evleaks), piovono ulteriori conferme in merito al debutto in pompa magna di Xperia XZ e, soprattutto, di Xperia X Compact. Un ritorno quest’ultimo indubbiamente apprezzato, dopo il buon lavoro orchestrato da Sony ai tempi del fortunato Xperia Z3 Compact e, in parte, con il modello di generazione successiva presentato ad IFA un anno or sono. Ed è proprio la suggestiva kermesse berlinese che segnerà il debutto di due nuovi smartphone Sony, entrambi da catalogare nelle fasce più prestigiose ed altisonanti del mercato.

Una conferma, dicevamo in apertura. E non una riprova qualsiasi. Sì, perché Xperia XZ e Xperia X Compact sono apparsi mestamente all’interno del sito ufficiale Sony, come testimoniato dall’immagine posizionata nella testata principale dell’articolo in questione. Una svista (o forse no, ndr) grossolana da parte del colosso nipponico, ma che sa quasi di ufficialità. Sony terrà pertanto banco ad IFA 2016 di Berlino, cercando di spodestare la scena verso i propri prodotti e, per converso, di rincarare la dose dopo la dipartita ufficiale dell’ormai storica linea Xperia Z appannaggio del nuovo corso targato Xperia X.

I nuovi smartphone Sony restano ancora un mistero per quel che concerne le caratteristiche hardware, sebbene non manchino anticipazioni degne di rilievo. A proposito di Xperia X Compact, Evan Blass si è ad esempio espresso con una sentenza: il dispositivo in questione sarà una versione a dimensione ridotta dell’attuale Xperia X (4.6 pollici a risoluzione HD, nello specifico). Ipotizziamo pertanto una costruzione a ricalco – seppur compatta – ed una scheda tecnica che dovrebbe a questo punto vertere sulla presenza del processore di fascia medio-alta Snapdragon 650, affiancato da 3 gigabyte di memoria RAM, 32 gigabyte di spazio di archiviazione interna (espandibile tramite microSD) e fotocamera da 23 megapixel (la stessa, per inciso, del precedente Z5 Compact).

Il prezzo di listino col quale Xperia X Compact è ancora un mistero, ma l’auspicio è che Sony possa ritrattarlo verso il basso rispetto ai 599 euro richiesti lo scorso anno per il modello di generazione precedente.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteBatteria smartphone: un nuovo strumento consentirà il test in soli 4 minuti
Prossimo articoloSacred Legends pronto per il download su iOS e Android