Xiaomi Redmi Note 4X e Redmi Note 4 Internazione si aggiornano per risolvere alcuni bug

Xiaomi Redmi Note 4X

Xiaomi Redmi Note 4X e Redmi Note 4 in versione Internazionale con banda 20 – in entrambi i casi, trattasi degli smartphone con a bordo il SoC Snapdragon 625 di Qualcomm – stanno in queste ultime ore ricevendo un nuovo aggiornamento software: il rimando va, nello specifico, all’ultima MIUI V8.2.4.0.MCFMIDL, disponibile a mezzo OTA (Over The Air) e pronta ad essere installata tramite l’applicazione proprietaria Mi Updater od, in alternativa, a seguito di una installazione <<pulita>>.

Nessuno stravolgimento degno di nota o novità distintiva, invero, bensì un mirato affinamento al lavoro già orchestrato finora, nel tentativo di metter <<una pezza>> ad alcuni bug peraltro segnalati nell’ultimo periodo da alcuni possessori. E’ lampante in tal senso il changelog ufficiale a corredo dell’aggiornamento software, che articola in tre direzioni gli accorgimenti operati sia per quel che riguarda le migliorie che la correzione di bug: possono esser catalogati sotto il primo frangente l’inserimento di nuove suonerie per chiamate e messaggi, un nuovo layout riguardante i toggle nella tendina delle notifiche e una rivisitata gestione per le operazioni automatizzate; rientrano invece tra i miglioramenti la risoluzione del problema che impediva di creare account Exchange, della creazione di contatti doppi importando i dati direttamente dalla scheda SIM e di quello che mostrava le foto in ritardo negli album.

L’aggiornamento, già disponibile da qualche ora e dal peso specifico di ben 1.5 gigabyte, è il medesimo sia per quel che riguarda Xiaomi Redmi Note 4X che per la versione Internazionale con la banda 20, visto che entrambi gli smartphone in questione condividono la medesima piattaforma hardware (su tutti, il chipset Snapdragon 625 di Qualcomm). Una buona notizia insomma per i possessori degli apprezzati dispositivi di fascia media, impreziositi da un buon margine di rapporto qualità-prezzo e da alcune caratteristiche distintive (su tutti, equilibrio generale e ottima durata dell’autonomia, sorretta da un SoC parco nei consumi e da un modulo da ben 4.100mAh.