Xiaomi Mi6 scalda i motori: primo lotto di unità assemblate pronto ad essere spedito

Xiaomi Mi6 Xiaomi Mi 6 con display arrotondato e bordi sottilissimi trapelato in un render ufficioso

Xiaomi Mi6 è ufficiale da ormai qualche giorno ed il prossimo importante step fissato dal produttore cinese è legato adesso all’avvio della commercializzazione. Il debutto del primo top di gamma 2017 a firma Xiaomi è infatti programmato in occasione del 28 aprile, allorquando sarà lanciato in Cina il modello di punta e, dunque, maggiormente rifinito in termini di mera scheda tecnica (leggasi, su tutti, i sei gigabyte di memoria RAM LPDDR4).

Le stime sul successo commerciale di Xiaomi Mi6 sono frattanto in rialzo, complice una domanda a ritmo calzante ed una consequenziale incoraggiante risposta da parte dei consumatori. Ad esempio, sul sito cinese JD.com si sono registrate già oltre 600.000 adesioni di utenti che affermano l’intenzione di voler mettere le mani sul portabandiera griffato Xiaomi già in occasione della prima vendita lampo fissata per venerdì prossimo. Una aspettativa che può esser tradotta mestamente in numeri nudi e puri, con una stima totale di circa 2 milioni di richieste di pre-ordini mediante gli svariati e-commerce attivi in Cina ed incaricati di vender lo smartphone.

Il produttore cinese non è rimasto a guardare e, conscio di una risposta incoraggiante da parte dei consumatori, ha lavorato alacremente in vista del debutto ufficiale sul mercato di Xiaomi Mi6, con il <<chiodo fisso>> di metter quanti più dispositivi a disposizione degli utenti. La foto riportata in calce all’articolo articolo, immortalata lo scorso 21 aprile, mostra alcuni degli operai in prossimità di una moltitudine di scatole che, a questo punto, dovrebbero contenere proprio il primo lotto di unità già assemblate e pronte per essere spedite ai consumatori.

Insomma, Xiaomi Mi6 sembra esser riuscito a far breccia nel cuore degli utenti – almeno di quelli attivi in Cina – complice la certosina cura estetica e la scheda tecnica priva di compromessi o rinunce. Lo smartphone, ricordiamo, è dotato di display da 5.15 pollici a risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel), sotto il quale batte forte la spinta del processore Snapdragon 835 di Qualcomm (chipset octa-core a 64bit con frequenza operativa da 2.45GHz), in coppia con la scheda grafica Adreno 540 e fotocamere da 12 megapixel (in configurazione doppia) e 8 megapixel, con quest’ultima nella parte frontale. Completano il quadro una batteria da 3.350mAh, lo scanner di impronte digitali e Android 7.1.1 Nougat plasmato secondo i dettami dell’interfaccia proprietaria MIUI in versione 8.