Xiaomi Mi5S Plus Clear Sight

Xiaomi Mi5S Plus è finalmente realtà da ormai qualche giorno e sono già molteplici i focus dedicati al nuovo smartphone Android cinese top di gamma. Le specifiche hardware sembrano esser pronte a soddisfare – almeno sulla carta – le esigenze dei più attenti ed al corposo vaglio di caratteristiche possiamo aggiungere qualche importante sottolineatura posta dalla stessa Xiaomi. Tra questi spicca la tecnologia dual camera di Qualcomm denominata <<Clear Sight>>, della quale Xiaomi Mi5S Plus ne è ambasciatore. La compagnia rappresentata da Lei Jun vuol migliorare il comparto fotografico dei propri smartphone, e al fine di accondiscendere a ciò ha fatto leva sull’ultima funzionalità del colosso dei chipset.

Tra i benefici di Clear Sight spicca innanzitutto una gamma dinamica migliore, maggior dettaglio e meno rumorosità in condizioni di scarsa illuminazione, fattore quest’ultimo reso possibile in ossequio all’impiego di un doppio modulo fotografico, di cui uno monocromatico in pieno stile Huawei P9 e P9 Plus, tanto per intenderci. Quest’ultimo è in grado di assorbire più luce e, dunque, cancellare il rumore digitale, consentendo come logica conseguenza una pulizia maggiore dell’immagine in presenza di scenari non propriamente ideali. A far da trait d’union è però l’algoritmo Clear Sight di Qualcomm, investito del compito di rafforzare i dettagli e ridurre il rumore.

A detta della stessa Xiaomi, le foto in bianco e nero scattate senza il filtro di colore hanno un miglior contrasto, meno rumore e una maggiore nitidezza. E se si unisce questo risultato al modulo più tradizionale (quindi non monocromatico), l’immagine finale è migliorata di conseguenza. La tesi è la stessa sottolineata da Huawei in sede di presentazione dei propri smartphone, sebbene con risultati assai più distanti dalla teoria. Vedremo ad ogni modo in prosieguo se Xiaomi Mi5S Plus confermerà appieno le aspettative in termini di capacità fotografica, così come del resto la versione Mi5S, il cui sensore utilizzato è lo stesso di Google Pixel e Pixel XL (Sony IMX378) premiato senza troppe remore dal sito specializzato DxOMark.

via

CONDIVIDI