Xiaomi Mi5C

Xiaomi Mi5C metterà in mostra una novità di assoluto rilievo nel panorama dei dispositivi mobile realizzati dalla stessa compagnia cinese: la presenza di un processore proprietario identificato dall’appellativo tecnico <<Pinecore>>. Xiaomi vuol evidentemente perseguire la strada già tracciata da Apple, Huawei e Samsung, i cui chipset sono soliti animare svariati smartphone top di gamma. La notizia, già anticipata a più riprese da indiscrezioni dei giorni scorsi, trova ulteriormente conferma in ossequio ad una prima bozza di specifiche riguardanti proprio il SoC griffato Xiaomi.

Xiaomi Mi5C farà insomma da apripista ad una nuova strategia tutta cinese, pronta ad inverarsi magari nei primissimi mesi a venire in virtù dell’ufficializzazione del già atteso Mi6, prevista come lo scorso anno all’interno della suggestiva cornice del Mobile World Congress di Barcellona. Il nuovo smartphone Xiaomi si differenzierà in modo marcato rispetto all’attuale gamma di dispositivi in commercio (Mi5 dapprincipio, ma anche Mi5S e Mi5S Plus): l’elemento distintivo verterà proprio sulla presenza del processore Pinecore che, rumors alla mano, dovrebbe esser strutturato in configurazione octa-core a 64bit con frequenza operativa da 2.2GHz.

La potenza <<sotto il cofano>> sembra insomma essere di tutto rispetto, come confermato d’altronde dalla restante parte di scheda tecnica: 3 gigabyte di memoria RAM, 64 gigabyte di spazio di archiviazione interno e fotocamera principale da 12 megapixel (la stessa di Xiaomi Mi5S?). Le novità andranno tuttavia a riverberarsi anche per quanto concerne l’aspetto estetico: immagini leaked alla mano, Xiaomi Mi5C dovrebbe prendere <<in prestito>> le linee guida di Galaxy S7 (almeno relativamente alla parte frontale), in ossequio a bordi addolciti con vetro 2.5D e lettore di impronte digitali privo di cromatura.

Le informazioni in questione andranno però confermate ed in tal senso basterà attendere una manciata di giorni: Xiaomi ha già programmato un evento stampa per il prossimo 30 novembre e il protagonista sarà proprio Xiaomi Mi5C. Oltre che, di riflesso, il chipset Pinecore.

via