Xiaomi Mi 6X confermato dalla società cinese: ruoterà attorno all’Intelligenza Artificiale

Xiaomi Mi 6X confermato dalla società cinese: ruoterà attorno all’Intelligenza Artificiale

Xiaomi ha finalmente confermato l’oggetto del contendere dell’evento stampa del prossimo 25 aprile: si tratta, come ormai noto, del nuovo smartphone di fascia medio-alta contrassegnato sotto l’appellativo di Xiaomi Mi 6X. Inequivocabile è in tal senso una immagine teaser divulgata dal produttore cinese a mezzo del social network Weibo, là dove campeggia per l’appunto l’eloquentissima scritta 6X accompagnata da una frase che, a conti fatti, svela un’altra delle caratteristiche distintive dello smartphone Xiaomi: l’Intelligenza Artificiale.

Sì, perché sulla falsariga del lavoro orchestrato dapprincipio su Redmi Note 5 AI e in via successiva dall’interessantissimo Mi MIX2S, Xiaomi Mi 6X farà dell’AI il proprio concetto portante. L’obiettivo del produttore cinese è di migliorare sensibilmente la qualità fotografica dei suoi smartphone, e in effetti le possibilità hardware del dispositivo di fascia medio-alta (i cui sensori riprenderanno per l’appunto quelli messi in mostra dalla versione cinese di Redmi Note 5 Pro) si accoppieranno promiscuamente con un lavoro software improntato sul riconoscimento delle scene e su speciali algoritmi necessari per tirar fuori i migliori scatti in ogni contesto o condizione di illuminazione.

Xiaomi Mi 6X si preannuncia insomma sempre più interessante, anche perché completissimo nella sua scheda tecnica. Come confermato infatti in anteprima dal file del firmware in possesso da XDA Developers, il nuovo smartphone Android di fascia medio alta sarà animato dal processore Snapdragon 660 di Qualcomm e accoppiato da 6 gigabyte di memoria RAM e 64 o 128 gigabyte di spazio di archiviazione interno. Peccato soltanto per il suo aspetto estetico non proprio originalissimo, dal momento che afferente in alcuni elementi all’iPhone X di Apple: decisivo è in tal senso il rimando alla doppia fotocamera verticale sul posteriore, mentre il posizionamento delle bande di antenna riprende il lavoro orchestrato sul precedente Mi 5X, già ispirato in modo non troppo velato a iPhone 7 Plus.

FONTE: GizChina

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: