Alla fine del mese di aprile Xiaomi Mi 6 è stato ufficializzato a tutto il pubblico ed effettivamente ci siamo ritrovati un prodotto solido, bello e potente. La scheda tecnica del dispositivo parla da sola, ma già da qualche anno i dispositivi diventano sempre più difficili da riparare per via delle loro particolari forme e materiali utilizzati per l’assemblaggio. Sarà questo il caso anche del nuovo top gamma o sarà l’eccezione che conferma la regola? Andiamo a scoprirlo insieme.

Xiaomi Mi 6 nel suo primo Teardown, è facile da riparare

Il dispositivo è stato analizzato a fondo andando a smontare ogni singolo componente. Alla fine del test le notizie sono ottime poiché accedere a tutte le componenti del dispositivo non è stato per niente difficile. Xiaomi Mi 6 è quindi relativamente facile da riparare e gli addetti alla manutenzione non dovranno quindi sudare.

Sebbene il dispositivo sia realizzato in vetro e metallo le difficoltà sono state ben poche. Nel nuovo video presente in apertura potrete vedere con i vostri occhi tutti i passaggi fase per fare. In circa 10 minuti il dispositivo è pronto per essere riparato. Inoltre potrete trovare al seguente link un primo confronto hardware del dispositivo con il Samsung Galaxy S8 nel caso foste interessati all’acquisto.

FONTEfonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteiOS 11 e le 100 novità più desiderate dagli utenti in un lungo interessante elenco
Prossimo articoloChrome per Android integra nuove funzionalità per l’utilizzo offline