Xiaomi Pay

Tra le principali novità che si stanno introducendo nel mondo smart non vi sono solo terminali nei quali si cerca di affinare sempre più hardware ormai quasi perfetti, ma anche i sistemi di pagamento wireless stanno riscuotendo discreto successo. Questo metodo per effettuare transazioni mediante la tecnologia NFC, dopo aver visto le proposte di Samsung (con Samsung Pay) ed Apple (con Apple Pay) si arricchisce di un nuovo candidato alla corsa dei servizi relativi alla tecnologia mobile: parliamo di Mi Pay, il nuovo sistema di pagamenti made in Xiaomi.

La suddetta tecnologia verrà estesa a tutti i terminali della casa cinese di prossima produzione e consentirà agli utilizzatori di poter pagare più facilmente ed in maniera più sicura in qualunque negozio dotato di ricevitore NFC. Così facendo si azzera il rischio di furto di carte di credito o di clonazione delle stesse in quanto solo con un determinato telefono che ha una determinata password, si può autorizzare la transazione.

Mi Pay

Il funzionamento è molto semplice e ricalca quanto fatto finora dai competitors: sarà sufficiente aprire l’applicazione ufficiale, avvicinare il dispositivo al lettore di carte e attendere l’accettazione della transazione.

Il primo telefono che sarà in grado di supportare il nuovo servizio sarà Xiaomi Mi 5, smartphone dotato di modulo NFC integrato che potrà essere a breve utilizzato per effettuare i pagamenti.

Per ampliare il bacino di utenza del prodotto, Xiaomi ha dichiarato la piena collaborazione con numerose banche cinesi che accettano e promuovono la tecnologia Mi Pay mentre altri istituti di credito, non necessariamente orientali renderanno disponibile questa tecnologia da settembre.

Non possiamo sapere quali saranno gli sviluppi di tale servizio ma la loro utilità è indubbia e il crescente interesse da parte dei principali produttori di smartphone e tablet amplierà il numero dei sistemi in commercio, rendendo di fatto ogni smartphone di prossima realizzazione, potenzialmente abilitato a rimpiazzare contanti e carte di credito.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMigliori smartphone – Samsung Galaxy Note 7 vs HTC 10: confronto con foto!
Prossimo articoloLG avvia in Corea del Sud il primo programma di testing di Android 7 su G5