The Division

Le cose sembrano andare molto bene per la Xbox One della Microsoft.  Nel febbraio di quest’anno, le vendite dei giochi esclusivi per Xbox One, sono aumentate del 49 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e le ore complessive destinate alla console sono apparentemente aumentate del 93 per cento in questo anno.

A marzo 2016 infatti, la Xbox continua a fare bene con ore totali spese per Xbox One in aumento del 89 per cento rispetto a marzo 2015. Una delle ragioni di questo aumento è il lancio di The Division, che ha infranto una serie di record di vendite. Con l’uscita di Killer Instinct poi, che secondo Microsoft, ha attirato oltre 6 milioni di giocatori nel mese di marzo, le vendite sono schizzate a numeri da record.

Killer-Instinct

E ‘difficile interpretare i numeri di Killer Instinct per quanto riguarda il profitto per l’azienda o anche il successo per il franchising che ha portato il titolo: il giocatore è sostanzialmente libero di scaricare e giocare (i giocatori devono acquistare personaggi da aggiungere al titolo o acquistare parti extra al pacchetto ) e lo ha lanciato anche su PC per la prima volta nel mese di marzo.

EA non dichiara quanti giocatori hanno pagato per i contenuti aggiuntivi su PC e su Xbox One, le versioni precedenti del gioco stati trasferite nella Stagione 3 gratis automaticamente, mentre tutti i nuovi personaggi dovevano essere acquistati singolarmente: probabilmente un sacco di giocatori sono stati tentati dalle novità e hanno ceduto al fascino del titolo acquistando nuovi personaggi. Tutto ciò che possiamo realmente fare è ipotizzare, fino a che inumeri di vendita vengano rilasciati. Resta comunque il fatto, che il numero di giocatori di Killer Instinct nel mese di aprile, sarà molto più significativo.

Mike Nichols della Microsoft, ha rilasciato una dichiarazione per quanto riguarda i numeri dicendo:

“Non possiamo non ringraziare i nostri fan per il loro continuo supporto e noi staimo cercando ora di portare le esperienze più inedite su Xbox One, Windows 10 e Xbox live entro la fine dell’anno”.

 

CONDIVIDI