Xbox One

Negli scorsi giorni, Microsoft ha pubblicato accidentalmente la retrocompatibilità di alcuni titoli per Xbox One. Pare che si sia trattato, però, di un inconveniente che il colosso di Redmond ha prontamente provveduto a risolvere, deludendo le aspettative degli utenti.

Uno di questi titoli è Red Dead Redemption, che è stato disponibile durante questo fine settimana per Xbox One prima che non fosse più accessibile nella giornata di domenica. Microsoft si è scusata per l’inconveniente e ha pubblicato su Reddit un post in cui da spiegazioni.

Xbox One

L’azienda testa tutti i giochi per Xbox One in modo da garantire un’esperienza di gioco eccellente attraverso la disponibilità di una vasta gamma di titoli. A causa di un errore, alcuni giochi in stadio di prova sono stati, accidentalmente, pubblicati. Da allora, Microsoft si è prodigata per una immediata correzione del problema, chiedendo scusa agli utenti per la confusione creatasi su questo fronte.

D’altro canto, questa vicenda ha provocato il dissenso dei giocatori, che avevano richiesto da parecchio tempo la retrocompatibilità di Red Dead Redemption, precisamente da quando Microsoft ha annunciato la compatibilità di vecchi titoli per Xbox One durante l’evento E3 2015.

A causa di questo errore, nello stesso lasso temporale, sono stati resi compatibili anche altri titoli, quali Halo Wars, Castelvania: Symphony of the Night e Tekken Tag Tournament 2; per renderli inaccessibili, i titoli sono stati costretti ad aggiornarsi, in modo da risultare non più giocabili.

Quest’ultima si aggiunge alla restante collezione di notizie riguardanti la retrocompatibilità dei titoli per Xbox One, ultima delle quali parlava delle intenzioni da parte di Microsoft di non rendere più retrocompatibile un gioco al mese, bensì di annunciare quando i giochi per Xbox 360 sarebbero diventati compatibili per One.