Durante l’evento dedicato ad Xbox One e al mondo Xbox in generale tenutosi il 25 febbraio, il capo della divisione, Phil Spencer, ha parlato del futuro della console riguardante gli aggiornamenti hardware, in maniera simile a quanto avviene con i PC.

In un’intervista con i reporter, ha affermato che Xbox One potrebbe vedere un futuro in cui verrà aggiornata, piuttosto che essere sostituita da nuove console. Spencer ha parlato di come Microsoft stia cercando di allineare lo sviluppo di Windows 10 e quello di Xbox One sotto la comune Universal Windows Platform. Ha anche risposto alle preoccupazioni di alcuni possessori di Xbox One riguardo al fatto che le esclusive destinate alla console stanno apparendo sul PC, sminuendo il valore di possedere una console.

Xbox One

Nel dettaglio, Phil Spencer ha affermato:

Vediamo su altre piattaforme, sia mobile che PC, che le innovazioni avvengono di continuo, cosa che raramente si vede su console.

Le console bloccano le piattaforme hardware e software insieme all’inizio della generazione. Poi si sfrutta quella generazione per circa sette anni, mente gli altri ecosistemi diventano migliori, pìu veloci e più forti. E poi si aspetta per il successivo grande passo.

Guardando al segmento delle console, credo che vedremo molte più innovazioni hardware rispetto al passato. Ci vedrete davvero far uscire nuove funzionalità hardware nel corso di una generazione permettendo agli stessi giochi di essere eseguiti sulle piattaforme precedenti e antecedenti perchè abbiamo un’applicazione Windows Universal in esecuzione su una piattaforma Windows Universal e ciò ci permette di focalizzarci molto di più sull’innovazione hardware senza invalidare i giochi che girano su quella piattaforma.

Spencer afferma quindi che i possessori di Xbox One potrebbero vedere aggiornamenti hardware in futuro che permetterebbe alla console di utilizzare nuove tecnologie competitive. Una mossa del genere suggerirebbe anche la fine per il lancio di nuove console.

Sfortunatamente Spencer non era preparato per scendere nei dettagli ed infatti ha affermato di non voler annunciare una roadmap per l’hardware. Si tratta in ogni caso di una notizia che coglie un po’ tutti di sorpresa ma che aiuta a fare chiarezza su quali sono le intenzioni future di Microsoft, che se portate avanti nelle modalità descritte da Spencer non potranno che giovare all’intero ecosistema Microsoft.

Via