Nuovi MacBook Pro con doppio schermo? La Touch Bar si evolve

Durante il WWDC 2017 Apple ha portato tante novità, tra queste non potevano mancare i nuovi MacBook e MacBook Pro in tutte le loro configurazioni.

Sul lato estetico non ci sono novità, infatti troviamo il design già conosciuto e lo stesso numero di porte a disposizione. Ad ogni modo, l’hardware viene rinnovato ed i prezzi rivisti anche a favore degli utenti.

Parlando in generale, vengono introdotti i nuovi processori Intel Kaby Lake di settima generazione, accompagnati da una nuova scheda video dedicata all’interno dei MacBook Pro 15″. I dischi SSD, invece, vengono resi più performanti del 50% rispetto alle generazioni precedenti.

Macbook Pro 15″, oltre ad essere dotato di una nuova scheda video più potente, monterà una dotazione hardware sino all’Intel Core i7 quad-core da 3,1 GHz che, con Turbo Boost, arriva sino a 4,1 GHz. Purtroppo gli utenti sono abituati all’alto prezzo di questo modello che, venduto esclusivamente con TouchBar, dalla configurazione base parte ad un prezzo di 2899 €.

MacBook Pro 13″, invece, avrà una configurazione sino all’Intel Core i7 dual-core da 3,5 GHz con Turbo Boost che lo porta a 4,0 GHz. Il costo parte da 1549 € in base alle configurazioni. Invece, per il modello con TouchBar integrata il prezzo di partenza è di 2099 €.

MacBook 12″ integrerà processori sino all’Intel Core i7 da 1,4 GHz con Turbo Boost fino a 3,6 GHz ed il supporto alla memoria RAM raddoppia fino a raggiungere i 16 GB. Il costo di questo modello partirà da 1549 € per la versione base, aumentando per le configurazioni di maggior potenza.

Anche il MacBook Air viene rivisto, nonostante ultimamente sia stato un pò trascurato da Apple. Il piccolino della seria riceve un aumento di prestazioni che portano la CPU sino ad un clock di 1,8 GHz. Ancora, però, su questo non ci sono grandissime informazioni neanche sul tipo di processore che verrà utilizzato.

#WWDC2017Tutti i nuovi modelli di MacBook presentati durante il #WWDC2017 e sopra citati sono in consegna da oggi, anche se non sappiamo dirvi con certezza quali saranno le disponibilità immediate dei singoli modelli.

CONDIVIDI
Articolo precedenteWWDC 2017: HomePod, lo speaker di casa Apple che sfida Google Home e Amazon Echo
Prossimo articoloXbox Project Scorpio, nuovo video sul kit di sviluppo e nuovi rumors