Da poche ore, Microsoft ha provveduto ad eliminare dal suo store , alcune applicazioni non ufficiali. Nel dettaglio parliamo di alcune app (in apparenza) legate a Google. Risultavano pubblicate infatti applciazione come Hangouts, Google Voice, Google Search, Google+, Google Maps e Gmail – email from Google, che in realtà non erano state pubblicate dall’azienda di Mountain View. Lo staff del Windows Phone Store ha verificato che il nome dello sviluppatore era “Google, Inc.”, mentre il nome ufficiale è “Google Inc.”, senza virgola. In seconda battuta il prezzo delle applicazioni: 1,99 dollari. Le versioni disponibili su Android e iOS sono gratuite (L’unica app ufficiale per Windows Phone è Google Search.), quindi era chiaro che il falso sviluppatore aveva tentato di trarre profitti, sfruttando la notorietà del marchio.

 

Search-results-for-_google_-Windows-Phone-United-States-600x413

CONDIVIDI