Windows on Arm, in Italia per l’ “always connected PC” arriva il supporto di Tim

Windows on Arm, in Italia per l’ “always connected PC” arriva il supporto di Tim

Si amplia il parco di gestori telefonici che supporteranno la nuova piattaforma frutto della collaborazione tra Microsoft e Qualcomm basata sull’ “always connected PC“, ossia la nuova generazione di PC sempre connessi con a bordo Windows 10.

E così dopo l’adesione di Sprint, primo gestore telefonico americano a lanciare il supporto ai “PC sempre connessi”, Qualcomm ha annunciato 4 nuovi operatori in arrivo per il primo trimestre del 2018: China Telecom per il mercato cinese, EE per il Regno Unito, Sprint e Verizon per gli U.S.A. e Tim per il mercato italiano.

Con velocità di connessioni fino a LTE di tipo Gigabit la nuova generazione di prodotti in arrivo con a bordo Windows 10 S e processori Qualcomm promette di cambiare l’uso del PC offrendo connettività sempre presente e autonomie di utilizzo nell’ordine delle 20 ore di uso con un sostanziale raddoppio rispetto alla media dei dispositivi attuali.

La prima ondata di device in arrivo sul mercato è attesa per la prossima Primavera, in ogni caso alcuni modelli sono già stati annunciati come l’Asus NovaGo, l’HP Envy X2 e il Lenovo Miix 630 di cui abbiamo parlato in questo articolo. Nelle prossime settimane sono attesi nuovi annunci.