Microsoft è molto interessata a portare su quanti più computer possibile il nuovo sistema operativo Windows 10. Per fare questo non è sufficiente solo creare delle funzionalità di alto livello ma anche eliminare i vecchi sistemi operativi soprattutto se fra questi ce n’è uno molto amato come Windows 7. Il colosso informatico statunitense ha ufficialmente dichiarato che Windows 8.1 ed il 7 non vedranno l’arrivo del 2017.

Microsoft è stata molto chiara asserendo che il fine vita di un sistema operativo parte dai produttori di computer. Per questo da inizio novembre del prossimo anno non sarà più possibile acquistare un computer desktop e portatile con Windows 7 oppure Windows 8.1. Questo significa che per poter avere un terminale con uno di questi due sistemi operativi è necessario affrettarsi, ma non troppo. L’obiettivo di Microsoft è quello di portare Windows 10 su un miliardo di dispositivi entro il 2017. I computer con installato Windows 8.1 non saranno più disponibili dal 30 giugno del 2016. In effetti Windows 7 potrebbe essere un vero e proprio ostacolo a questa meta visto che rimane un sistema operativo molto amato. Entro il 2020 il 7 non avrà più patch per la sicurezza ed aggiornamenti quindi sarà supportato ancora per molti anni quindi sarà difficile per Microsoft portare altri utenti nel nuovo sistema operativo.

Windows 7 e Windows 8.1 non saranno disponibili entro un anno o giù di lì. Questo significa che se si vuole acquistare uno computer con uno di questi sistemi operativi è necessario non indugiare molto nell’acquisto di un nuovo computer. E’ necessario comunque ricordare che Windows 10 ha delle ottime funzionalità.