patch della sicurezza per Windows 10

Window 10 ha ottenuto un grande successo risollevando le sorti del importante prodotto del colosso informatico statunitense. Ma questo successo non deve essere solo attribuito all’azienda di Redmond visto che la stessa ha ottenuto degli aiuti fondamentali che hanno contribuito ad una buona riuscita di questo prodotto informatico. Ma chi è questo fantomatico contributore? Forse non tutti sanno che Intel ha prodotto o aiutato nella produzione di alcuni dei migliori software attualmente presenti nel nuovo sistema operativo di Microsoft.

Intel ha contribuito alla creazione ed al miglioramento di Cortana. L’interessante software di riconoscimento vocale ha ottenuto importantissimi miglioramenti da questa azienda rendendolo un prodotto funzionale ed interessante. Ma l’elenco non finisce certamente qui. Microsoft Edge, il nuovo browser web di Windows 10, ha ottenuto delle importantissime funzionalità da Intel rendendo questo software molto robusto ed interessante. Questa azienda ha deciso di pubblicare un’infografica nella quale vengono presentate tutte le funzionalità e le applicazioni nelle quali l’azienda informatica statunitense ha dato un importante contributo. Inoltre è stato dato il pieno supporto hardware a Windows 10 rendendo applicazioni come Cortana, molto importante per l’economia del sistema operativo, compatibile con sei generazioni di processori. Si è arrivati addirittura ad ipotizzare di produrre un processore dual core all’interno di un SoC al fine di migliorare le prestazioni di questa ottima applicazione e allo stesso tempo diminuire il consumo energetico. E’ presente nel nuovo sistema operativo la funzionalità Intel Speed Shift Technology che ha reso decisamente più fluido il funzionamento del software.

Questo dimostra che quando due colossi informatici come Intel e Microsoft collaborano riescono ad ottenere dei risultati molto importanti.

intel windows 10

CONDIVIDI
Articolo precedenteMicrosoft Lumia 950 XL, emersa nuova immagine
Prossimo articoloLa nuova Google abbandona il motto “Don’t Be Evil”, in favore di “Do The Right Thing”