Windows 10

Windows 10 Pro for WorkStation è una rivisitazione del noto sistema operativo ottimizzato per le configurazioni con Hardware di fascia alta.

Così è stata introdotta questa nuova versione in un post da Microsoft e dovrebbe arrivare nel corso di questo anno, esattamente in autunno grazie al Fall Creators Update.

“È una versione pensata per incontrare le necessità degli utenti avanzati che adottano workstation in scenari impegnativi e mission critical”

Windows 10 Pro for WorkStation è un progetto partito grazie ai feedback rilasciati dai Windows Insiders e sarà una versione in grado di sfruttare al massimo le potenzialità offerte dalle componenti Hardware di fascia alta.

Windows 10 Pro for WorkStation novità

Si basa su di un File System proprietario ReFS (Resilient file system), con nome in codice “Protogon”, che andrà a rimpiazzare l’attuale NTFS; ottimizzato per la gestione di grandi quantità di dati permetterà anche una maggior integrità degli stessi. 
Windows 10 Pro for WorkStation
Altra novità importante è il supporto alle memorie di tipo NVDIMM-N in grado di raggiungere velocità elevatissime. Una fuzionalità interessante è l’SMB Direct; sarà possibile utilizzare adattatori di rete con Remote Direct Memory Access (RDMA) grazie ai quali si potranno raggiungere grandi velocità con una bassa latenza e poco consumo di risorse da parte della CPU.

Il supporto del sistema operativo è garantito per le WorkStation che includono le CPU server Intel Xeon o AMD Opteron, per un massimo fino a 4 CPU memoria fino a 6TB. Non ci resta che attendere la presentazione ufficiale per scoprire tutti i dettagli relativi a questo nuovo sistema operativo.

VIATom'sHardware
CONDIVIDI
Articolo precedenteGuida alle funzioni Facebook nascoste su Android e iOS
Prossimo articoloMotorola Moto Z2 Force contro ogni legge della natura: barcolla ma non molla nel nuovo stress test