disattivare gli aggiornamenti automatici, windows 10, windows update

Windows 10, a partire dalla sua data di esordio stabilita nel Luglio dello scorso anno, ha fatto registrare un numero sempre crescente di adesioni a causa di un sistema completo e con update gratuito nei confronti di tutti i possessori di sistemi antecedenti appartenenti alle cerchie di Windows 7 e Windows 8.x.

Nel tempo, fondamentalmente, un sistema in continua crescita sul piano del numero di utenti adepti, che hanno potuto seguire l’evoluzione di un sistema nuovo, basato molto su una logica user-friendly in stile mobile OS.

Nonostante questo, le ultime stime su Windows 10 riportano un’inversione di tendenza rispetto al trend di partecipazione dei mesi precedenti, In settembre, di fatto, siamo passati dal 22.99 per cento di Agosto siamo passati al 22.53 per cento.windows-10-settembre-2016

Una perdita minima, ma di certo controtendenza rispetto anche alle aspettative di Microsoft. L’azienda, quindi, attende le stime del mese prossimo per farsi un’idea precisa della situazione. Che si tratti di un caso puramente isolato? Beh, è da vedere.

Quest’ultima affermazione si deve al fatto che, nel frattempo, si è registrata una crescita di Windows 7 che passa ora dal 47.25 per cento del mese scorso al 48.27 per cento. Scende, invece, XP che risulta addirittura sopra a Windows 8.1 che stanzia al 7.83 per cento.sistemi-operativi-settembre-2016

Come si può facilmente intendere, Windows detiene l’89,44% per cento dell’interno settore Desktop, seguita da macOS all’8.73 per cento e da Linux, installato sull’appena 1.82 per cento delle macchine.

VIA



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: