windows 10 mobile

Continuum è una delle caratteristiche più importanti presenti su Windows 10 Mobile. Purtroppo questa rilevante funzionalità per ora è disponibile solo per gli smartphone di fascia alta, anche se sembra che l’azienda statunitense stia cambiando la tendenza. Il colosso informatico di Redmond, al fine di poterla indirizzare a un numero maggiore di smartphone, ha deciso di applicare la compatibilità con Continuum anche ai dispositivi mobili dotati di processore Qualcomm Snapdragon 617, invece di riservarla – come in precedenza – unicamente ai modelli Snapdragon 808/810.

Da una pagina di Microsoft è emerso che le specifiche tecniche minime per avere Continuum sul proprio dispositivo mobile comprendono: uno schermo HD in grado di garantire una risoluzione minima da 720p (con a bordo naturalmente il sistema operativo Windows 10 Mobile), e processore Qualcomm Snapdragon 617 abbinato a 2 GB di RAM. Un discorso differente dev’essere fatto per la microSD, che sebbene non venga ritenuta fondamentale da Microsoft, in realtà risulta essere piuttosto importante se si desidera avere un’esperienza più completa della funzionalità Continuum. Le suddette specifiche sono alla portata di un gran numero di utenti, visto che si sta parlando di terminali di fascia medio-bassa. Si sa che poi è anche necessario acquistare il Display Dock Adapter, per collegare il telefono allo schermo, con tastiera e mouse (essendo l’accessorio provvisto di porte USB e HDMI). È bene inoltre ricordare che, attualmente, sono compatibili con Continuum “solo” le applicazioni universali, ma tra non molto lo saranno anche le app Win32, così da aumentare in modo esponenziale il numero di software utilizzabili.

Microsoft, con questa mossa, potrebbe far avvicinare molti utenti al mondo universale di Windows 10 e Windows 10 Mobile.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteAndroid 6.0 Marshmallow per Asus ZenFone 2 disponibile per i beta tester
Prossimo articoloMeizu MX6 presentato al prossimo evento, inviti già spediti