Microsoft sta polarizzando l’attenzione di tutti per i suoi nuovi prodotti tra cui sono presenti i sistemi operativi Windows 10 e la sua versione mobile. Da ci che è emerso dal rilascio della beta 10565 il prossimo sistema operativo avrà delle funzionalità di virtualizzazione implementate. Il Hyper-V sarà completamente abbandonato a favore del metodo nidificato.

Questa nuova funzionalità presente in Windows 10 molto probabilmente non avrà un grande impatto nella vita degli utenti comuni. Questa caratteristica è molto importante per Windows Server 2016, la versione lato server del Windows 10. La virtualizzazione nidificata dimostra il fatto che questa azienda sta lavorando anche sul nuovo Windows Server dando la possibilità di aprire il Hyper-V dentro ad altre finestre Hyper-V. Il rilascio del Server 2016 non dovrebbe essere ancora abbastanza lontano dalla sua realizzazione visto che non sarà sul mercato prima del prossimo anno. Secondo Microsoft sarà inoltre possibile installare Hyper-V anche su computer guest in modo tale da avere più sistemi virtualizzati. La virtualizzazione nidificata è molto importante anche per coloro che testano i sistemi operativi col computer personale. Questo porta a non rischiare i propri dati personali e prosegire nel proprio lavoro in tutta sicurezza.

Windows 10 ha portato un’altra interessante caratteristica per tutti i suoi utenti. Microsoft sta davvero lavorando molto bene nella produzione di ottime funzionalità per tutti gli utenti che alla fine potranno usarlo. La virtualizzazione nidificata per ora ha una serie di gravi problemi riguardo i bug. Bisogna ancora attendere del tempo prima di poter usare questa funzionalità in tutta sicurezza senza i rischi connessi all’uso di versioni beta.

CONDIVIDI
Articolo precedentePortale Alibaba vuole acquistare YouTube cinese
Prossimo articoloWindows 10, Cortana invierà SMS?