Microsoft questa notte ha tolto i veli dal suo nuovo sistema operativo, pronto a rivoluzionare e stravolgere i canoni ancora un volta e ricco di tante novità, alcune delle quali trapelate da tempo, altre inedite a partire dal nome scelto: Windows 10.

Con il motto “Non stiamo costruendo Windows per tutti noi, stiamo costruendo per ognuno di noi”, questa notte è stato svelato il nuovo Windows 10, con Microsoft che sembra aver ascoltato e molto, critiche e consigli degli utenti di Windows 8 e che hanno portato a scelte difficili ed importanti, convincendo la società di Mountain View a tornare anche sui propri passi per alcune scelte del passato.

Nonostante la versione mostrata questa notte, sia poco più di una beta, dove erano presenti solo alcune delle tante novità in arrivo, come il nuovo menu Start con possibilità di ancorare i Tiles delle app Modern UI, la gestione dei desktop multipli, attivabile mediante il pulsante ‘Task Switch’, Windows 10 ha sorpreso e colto nel segno, mostrando la volontà di rinnovamento della società.

Windows 10 e non Windows 9

Microsoft ha sorpreso tutti, scegliendo di utilizzare il nome Windows 10 e saltando quindi il ‘9’ nella nuova versione del sistema operativo e la scelta è stata motivata dalla volontà di sottolineare un grande passo in avanti rispetto all’attuale Windows 8, con il nuovo Windows 10 che rappresenterà una piattaforma unica, scalabile ed utilizzabile da qualsiasi dispositivo compatibile, partendo dagli smartphone, passando ai tablet, arrivando a PC e notebook con mouse e tastiera, agli ibridi con display touch, adattabile a schermi da 4 pollici fino a quelli da 80.

Un Windows per domarli, un Windows per trovarli, Windows 10 per ghermirli e nel buio incatenarli

Parafrasando la famosa citazione del Signore degli Anelli, Microsoft con il nuovo Windows 10 vuole realizzare un unico sistema operativo adattabile a tutte le proprie piattaforme, da smartphone a pc, pc, passando per tablet ed Xbox.

Microsoft non ha mancato di sottolineare come molte delle novità di Windows 10, consentano a questa release di adattarsi perfettamente al dispositivo sul quale opererà ma anche alle esigenze dell’utenza, sia essa consumer o enterprise, riuscendo ad essere perfettamente fruibili da chi prediliga l’utilizzo di mouse e tastiera o sia legato al desktop piuttosto che alla nuova interfaccia Modern UI o a tutti quegli utenti che felici dell’esperienza fornita da Windows 7 non hanno effettuato l’update a Windows 8, senza nemmeno dimenticare i ‘power user’, grazie ad un rinnovato e potente prompt dei comandi.

Queste le dichiarazioni di Terry Myerson, Executive Vice President, Operating System Group di Microsoft:

“Windows 10 rappresenta il punto di partenza per la nuova generazione di Windows, che abilita nuove esperienze che consentano ai consumatori di abbracciare nuove modalità di lavoro, gioco e comunicazione. Questa sarà la miglior versione del nostro sistema operativo mai creata per i nostri clienti aziendali e non vediamo l’ora di lavorare insieme alla vasta community Windows nei prossimi mesi per dar vita a Windows 10″.

Le novità principali di Windows 10

Nello specifico durante la presentazione, sono state mostrate alcune delle principali novità di Windows 10. Ecco cosa ci aspetterà a partire da Aprile 2015, mese di rilascio della versione definitiva di Windows 10:

Start Menu

 

Una delle maggiori richieste ricevute dagli utenti fin dal giorno della distribuzione di Windows 8, è stata la reintroduzione dello Start Menu di Windows 7. Nel nuovo Windows 10, Microsoft ha quindi deciso di proporre un nuovo Start Menu, che oltre a mostrare come accadeva nelle precedenti versioni le applicazioni presenti sul dispositivo, da accesso alle app della Modern UI, attraverso le live tile. Per consentire all’utente la massima personalizzazione e flessibilità, Windows 10 consentirà di scegliere se utilizzare la Start Screen di Windows 8 (anch’essa rivista) o il rinnovato Start Menu.

App e Desktop

 

Altra importante novità è la possibilità di utilizzare le app ideate per l’interfaccia Modern UI all’interno del classico Desktop di Windows 10, che consentirà una migliore esperienza d’uso per l’utente, nel segno della continuità e togliendo quella sensazione di disporre di due interfacce separate data dall’attuale Windows 8. La nuova release di Windows consentirà inoltre di passare dall’utilizzo della modalità desktop a quella Modern UI delle app in modo automatico (ad esempio quando un dispositivo ibrido viene rimosso dalla docking station) o manuale.

Multi Desktop

 

Altra novità annunciata da tempo in Windows 10, prevede l’introduzione della funzionalità “Multi Desktop”, già utilizzata da anni dai sistemi operativi Linux e che consentirà agli utenti di gestire diversi Desktop Virtuali, personalizzabili con icone e documenti specifici al fine di migliorare la produttività ed esperienza d’uso.

Rimozione CharmBar

La CharmBar è la famosa barra laterale che appare alla destra del display di Windows 8 e dotata dei tasti Cerca, Condividi, Start, Dispositivi ed Impostazioni, che dinamicamente si adatta all’applicazione utilizzata e che gli utenti di Windows 8 non hanno mai apprezzato e che Microsoft ha intenzione di rimuovere per integrarne le funzionalità in un apposito menu, visualizzabile in ogni singola applicazione.

Tante altre novità

Ma Windows 10 introdurrà tante altre novità di minore impatto per gli utenti, ma sicuramente apprezzabili, come il nuovo assistente vocale Cortana, un prompt dei comandi potenziato, la nuova funzionalità Task View decisamente funzionale su tablet ed ibridi ed un centro notifiche che consentirà di ricevere, attraverso un comodo popup a tendina, notifiche ed informazioni dalle singole applicazioni e dalla rete.

Windows 10 Technical Preview

Durante l’evento Microsoft ha poi annunciato la disponibilità, a partire da oggi, di Windows 10 Technical Preview e dell’avvio del programma Windows Insider, dedicato agli utenti che partecipandovi, potranno iniziare a conoscere ed utilizzare le primi build di Windows 10, lavorando e collaborando in team per fornire feedback, in tempo reale grazie all’apposita nuova funzionalità, su eventuali problemi e miglioramenti da apportare nelle successive build.

 Download di Windows 10 Technical Preview (1 Ottobre 2014)

 L’inizio di una nuova era per Windows

Questa notte è ufficialmente iniziata una nuova era per Windows e Microsoft, che utilizzando le esperienze del passato sta cercando di far convergere tutti gli amanti del vecchio ma sempre amato Windows 7, quelli  che hanno apprezzato le novità di Windows 8, gli amanti degli smartphone Lumia e i videogiocatori in possesso di Xbox nel nuovo ecosistema Windows 10, che come promesso da Microsoft, potrebbe davvero essere il sistema operativo, per ognuno di noi.