Dopo il debutto di Windows 10 Technical Preview, versione di prova ufficiale del nuovo sistema operativo di casa Microsoft, ecco in anteprima le due modalità che l’utente potrà utilizzare per aggiornare la versione del sistema.

I due modi che potremo scegliere per aggiornare Windows 10 hanno anche un nome: Lock-down e Opt-in. Ecco come funzionano esattamente.

Scegliendo l’opzione di aggiornamento Lock-down, gli aggiornamenti di Windows 10 verranno gestiti in modo centralizzato, filtrando esclusivamente patch relative alla sicurezza e fix.

Se invece avete intenzione di scaricare qualsiasi tipologia di aggiornamento resa disponibile per Windows 10, ecco la modalità Opt-in che aggiunge alla sicurezza e ai fix tutte le nuove funzionalità del sistema operativo.

La novità è dunque nell’aggiornamento tramite l’opzione Opt-in, in quanto Lock-down risulta molto simile a ciò che abbiamo potuto notare fino ad ora con i precedenti sistemi operativi.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTablet, investimenti da Intel e AMD
Prossimo articoloNegli ‘States’ nasce unselfie Movement