Microsoft ha aperto qualche mese fa il rilascio ufficiale di Windows 10 per tutti i computer con sistema operativo Windows 7 e Windows 8.1 eligibili al aggiornamento. Il colosso informatico di Redmond ha ottenuto un successo abbastanza interessante ottenendo alte percentuali di adozioni. Naturalmente l’obbiettivo principale è quello di ottenere quanti più consensi possibile.

Terry Myerson ha annunciato ufficialmente che Windows 10 sarà inserito in Windows Update come aggiornamento facoltativo. Il dirigente di Microsoft ha inoltre dichiarato che tra qualche mese sarà classificato come aggiornamento consigliato. Questo significa che quando l’utente deciderà di cambiare il sistema operativo verrà chiesta una conferma all’utente sulla decisione di cambiare il sistema operativo. Gli utenti inoltre avranno la possibilità di tornare a Windows 7 e Windows 8 in modo semplice entro un mese, 31 giorni. Myerson ha comunque consigliato di lasciare gli aggiornamenti automatici attivi visto che sono un ottimo strumento per difendersi da quelle che sono le minacce provenienti da internet. Chi decidesse di disattivarli dovrà controllare manualmente la presenza di nuovo software il più frequentemente possibile senza “correre il rischio” di vedersi installato il nuovo software del colosso informatico degli Stati Uniti d’America. Myerson ha comunque precisato che Windows 10 ha delle ottime funzionalità che regolano il traffico dei dati di tutte le applicazioni.

Windows 10 continua ad ottenere degli ottimi di risultati in termini di consenso. Il colosso informatico di Redmond sta creando una serie di decisioni che, almeno in teoria, non possono che facilitare la propagazione di questo ottimo sistema operativo. Bisogna attendere del tempo per vedere se queste decisioni porteranno a dei reali vantaggi.