windows 10 creators update

L’azienda Microsoft ha da poco rilasciato un ulteriore aggiornamento cumulativo per Windows 10 Creators Update (1703) dal codice KB4020102 che porta la build al numero 15063.332, in fase di rollout per tutti i PC con a bordo Windows 10.

Di seguito il changelog dell’update:

  • Risolto un errore in cui NTLM non riusciva a fornire una risposta quando CredGuard è abilitato, NTLMv2 è in uso e nessuna informazione sul target è specificata dal server.
  • Risolto un errore di applicazione della policy di sicurezza per tutti i siti non inclusi nella lista dei siti della modalità Enterprise di Internet Explorer 11 a Edge.
  • Risolto un errore di IE11 in cui un utente non amministratore non poteva procedere all’installazione di un controllo ActiveX.
  • Risolto un errore in cui, dopo aver avviato Split View, alcune applicazioni (Edge, Hub, Cortana..) non accettano più input su sistemi con più display.
  • Rimossa una scrollbar non necessaria nella pagina di richiesta delle credenziali di accesso, che impediva l’uso corretto di altri campi.
  • Risolto un errore in cui durante il reset di una VM entra in SLP anche se non c’è abbastanza memoria sull’host.
  • Risolto un errore di visualizzazione di alcuni codici non Unicode in certe localizzazioni non latine e a byte singolo (greco, ebraico, arabo…).
  • Risolto un crash dell’app di SMS quando si tenta di cancellare dei messaggi.
  • Risolto un malfunzionamento dell’audio attraverso decoder esterni dopo aver installato il Creators Update.
  • Risolta la latenza elevata con l’uso delle API MIDI della piattaforma UWP.
  • Risolto un errore in cui le shell IoT non riescono a rimanere in esecuzione in background le app monitorate.
  • Risolto un potenziale errore di installazione delle stampanti di rete usando il software del produttore su sistemi con meno di 4 GB di RAM.
  • Risolto un errore in cui PrintBRM non riesce a ripristinare la configurazione delle code di stampa quando i nomi delle stampanti sono identici e la porta è impostata su FILE:.
  • Risolto un errore in cui le impostazioni proxy per utente non vengono convertite in impostazioni per l’intero sistema.
CONDIVIDI
FONTEFonte