windows-10 Spartan

Dopo il rilascio di Microsoft Windows 10 build 10041 sono stati fatti ulteriori progressi, il lavoro Microsoft procede spedito verso l’obbiettivo estate, quando verrà rilasciato definitivamente il nuovo sistema operativo.

Disponibile al download la build 10049 che porta una delle novità più attese. Project Spartan, il nuovo browser è finalmente stato integrato nella nuova versione build 10049.  Oltre a questo non ci sono altre grandi novità, sono stati corretti alcuni problemi noti ed è stato ottimizzato il sistema operativo per dare una migliore esperienza d’uso. Nonostante ciò, anche questa build, essendo sempre una Technical Preview, contiene ancora alcuni problemi, elencati come di consueto nella pagina di supporto di Windows.

[

Il nuovo browser Spartan integra nativamente l’assistente vocale Cortana (per ora solo negli USA) per aiutare gli utenti con informazioni e suggerimenti, migliorando l’esperienza d’uso; supporta il salvataggio di articoli in modalità offline, oltre ad offrire la possibilità di una lettura senza distrazioni ed è possibile scrivere direttamente commenti nella pagina e condividere le informazioni sui social network o tramite posta elettronica. Integrato al suo interno un nuovo motore di rendering (Edge) più veloce e sicuro presentando un’interfaccia moderna che si concentra sui contenuti delle pagine piuttosto che sul browser stesso.

A differenza di quanto avvenuto con Internet Explorer, Spartan riceverà aggiornamenti periodici, come avviene per i browser della concorrenza come Chrome o Firefox e non sarà il solo software adibito a navigazione Internet, infatti Internet Explorer 11 rimarrà attivo (ancora non è noto se come pacchetto aggiuntivo o integrato nel sistema operativo Windows 10) sopratutto per il mondo Enterprise.

Ricordiamo che la versione Technical Preview può essere scaricata da tutti coloro abbiano aderito al programma Windows Insider e che abbiano installata già una versione precedente (ultima disponibile 10041). Per procedere all’aggiornamento dovrete aver selezionato nelle impostazioni di Windows Update, la modalità “Fast”, che prevede una ricerca più rapida degli aggiornamenti e delle diverse release. Per coloro che sono inscritti al programma Windows Insider ma non aventi ancora una versione Technical Preview installata, dovranno attendere la disponibilità delle ISO, che Microsoft rilascerà dopo che l’aggiornamento venga incluso nel circuito “Slow”.