Wind-e-3-Italia

Accordo raggiunto tra Wind e 3 Italia per una Joint Venture alla pari. Un grande futuro insieme!

Recita queste parole il tweet  della Wind che annuncia l’unione insieme alla 3 Italia per la creazione di una nuova società, che sarà il risultato di un nuovo e unico operatore nel nostro paese. Dopo mesi di trattative serrate, la compagnia cinese Hutchison e la multinazionale VimpelCom hanno finalmente trovato l’accordo per una Joint Venture al 50%.

(6 Agosto 2015, Hong Kong e Amsterdam) – CK Hutchison Holdings Limited (“CK Hutchison”), società di controllo dell’operatore mobile italiano 3 Italia, e VimpelCom Ltd. (“VimpelCom”), società di controllo di WIND, hanno raggiunto un accordo per una joint venture paritetica per la gestione delle loro attività di telecomunicazioni in Italia.

Con questo accordo, i vertici di Vimpelcom hanno dichiarato che il nuovo operatore che nascerà sarà il quarto sul mercato europeo avente oltre 31 milioni utenti di telefonia mobile e circa 2,8 milioni di utenti di rete fissa.

La nuova società sarà guidata da Maximo Ibarra, l’ attuale amministratore delegato di Wind, mentre,Vincenzo Novari, attuale amministratore delegato di 3 Italia, sarà nominato consulente senior per l’Italia di CK Hutchison e farà parte del cda della JV Holdco. Il processo di integrazione della fusione sarà affidato a Dina Ravera, Coo di 3 Italia, e successivamente rimarrà in un ruolo operativo di alto livello nella nuova società.

VimpelCom e CK Hutchison hanno previsto una struttura di governance chiara per garantire una joint venture di successo con un management team sostenuto da un consiglio di amministrazione composto da 6 manager, 3 per ciascuna delle due controllanti. Il Chairman del CDA sarà nominato alternativamente dalle due società ogni 18 mesi ed il suo voto sarà determinante su alcune questioni fondamentali di business.

Attraverso l’integrazione delle loro attività, 3 Italia e WIND acquisiranno la dimensione e l’efficienza necessarie per continuare ad offrire servizi di TLC innovativi a prezzi competitivi e per competere in modo ancora più incisivo sul mercato italiano. L’integrazione delle due reti, unita a ulteriori investimenti significativi, garantirà ai clienti mobili italiani una qualità della rete ineguagliabile e accelererà lo sviluppo dei servizi a banda larga mobile e fissa ad alta velocità nel Paese. I clienti italiani consumer e business potranno avvantaggiarsi del sensibile miglioramento della copertura LTE, oltre che dell’aumento della velocità di download, dell’affidabilità della rete e di servizi ancora più avanzati.