Whatsapp

Sapevate che Whatsapp era vietato ai minori di 16 anni? Tutto è scritto nel regolamento dell’applicazione!

Senza dubbio Whatsapp è l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata in circolazione: essa può contare su tantissimi utenti attivi ogni giorno, connessi da tutte le parti del mondo, per rimanere in stretto contatto con parenti, amici ecc…

Stiamo parlando di una app utilizzata e non poco tra le fasce più giovani della popolazione: pensate un po’ che su 700 milioni di utenti, la maggior parte sono minorenni.

Sicuramente in pochi ne saranno a conoscenza, Whatsapp secondo il regolamento vieta l’utilizzo ai minorenni:

“Proteggere la privacy dei bambini è particolarmente importante. Per questo motivo, WhatsApp non raccoglie né conserva dati personali o informazioni riconducibili a persone sul sito di WhatsApp o sui servizi di WhatsApp da persone sotto i 16 anni di età, e nessuna parte del servizio WhatsApp è diretto o destinato ad essere utilizzato da persone sotto i 16. Se hai meno di 16 anni, quindi si prega di non utilizzare il Servizio WhatsApp in qualsiasi momento e in qualsiasi modo.”

Il regolamento è questo, ma secondo un sondaggio effettuato da Mec-Skuola.net, più del 70 per cento dei giovani con meno di 16 anni utilizzano assiduamente Whatsapp ogni giorno.

Cosa altro viete Whatsapp?

E non è tutto, pochi sanno che l’applicazione è anche vietata a coloro che si collegano con i paesi ritenuti simpatizzanti dei terroristi da parte della Casa Bianca. Tra le altre cose, andando fino in fondo, non si potrebbe neanche inviare contenuto pornografico, contenuti offensivi, razzismo e tanto altro ancora.