Qualche tempo fa il social Twitter aveva annunciato la chiusura di Vine, suscitando molte polemiche sul web. La piattaforma che consente di registrare e condividere video da 6 secondi non ha raggiunto il successo sperato, ma le polemiche degli utenti ne hanno scongiurato l’addio definitivo.

Vine non chiude più, ma si trasforma in Vine Camera. Lo ha annunciato il social dei microblog con un cinguettio: l’azienda ha confermato la chiusura della sezione “social” di Vine, che perde quindi tutte le funzioni legate al social network, tuttavia l’applicazione manterrà solo la parte delle riprese video in loop, lasciando quindi agli utenti la possibilità di registrare e salvare video da 6 secondi.

Dal prossimo mese di gennaio, quindi, tutti gli utenti con dispositivi mobili iOS e Android avranno la possibilità di scaricare Vine Camera, la nuova versione dell’applicazione che presenterà  il classico funzionamento, ma senza la possibilità di condividere i mini video direttamente sul sito di Vine. Tuttavia, sarà possibile salvare le clip in locale o condividerle direttamente su Twitter.

Tutti i video pubblicati su Vine.co prima dell’annuncio dello scorso ottobre saranno disponibili per il download, al fine di consentire ai propri utenti di conservarli prima della chiusura definitiva. Infine, Twitter ha deciso di aiutare i creatori di Vine a costruirsi il proprio pubblico su Twitter tramite la notifica “Segui su Twitter“.