vigili multe

Non gridate subito allo “scandalo” se vedete alcuni vigili urbani che consultano tranquillamente il proprio smartphone. Forse non stanno inviando un SMS all’amico, ma stanno per fare una “bella multa”.

Preoccupatevi soprattutto se a fare ciò è un vigile che si trova molto vicino alla vostra auto e non l’avete parcheggiata proprio secondo le buone regole stradali.

Da qualche giorno è arrivato lo smartphone per tutti i Vigili Urbani della Capitale, il quale è dotato di fotocamera integrata, internet e GPS. Se lo vedete smanettare al cellulare vicino alla vostra auto e sapete di essere colpevoli di qualcosa, forse potreste vedervi recapitare una murta a casa nel giro di pochi giorni. Si tratta di una versione molto più evoluta dello “street control“, il quale è già utilizzato dalle pattuglie.

In pratica, questo strumento permette in pochissimo tempo di creare verbali. Occorrono pochi secondi a veicolo e le multe vengono trasmesse immediatamente al sistema centrale, evitando così la digitazione manuale.

Questo smartphone per i Vigili Urbani è collegato anche ad alcune banche dati, come quella della Motorizzazione Civile. Vengono così controllate in pochissimi istanti le coperture assicurative, le immatricolazioni e la revisione. Non vi saranno quindi notifiche visibili sul parabrezza.