Arrivano l’ennesimo attacco a Skype che dopo l’arrivo ieri delle chiamate vocali attraverso Hangouts di Google, da oggi dovrà vedersela anche non un altro importante concorrente, infatti quest’oggi Viber si aggiorna integrando le videochiamate per iOS ed Android.

Viber, noto servizio di messaggistica istantanea, acquisita dal gigante giapponese Rakuten per oltre 900 milioni di dollari, attraverso un aggiornamento della sua applicazione per iOS ed Android, e che ha richiesto oltre due anni di lavoro e test, si allinea a quanto offerto da tempo dalla versione per desktop, introducendo così la possibilità di effettuare videochiamate tra i propri utenti.

Il CEO di Viber, Talmot Marco, presentando il nuovo aggiornamento di Viber, ha dichiarato che il servizio è sufficientemente robusto per supportare videochiamate anche con reti 3G non troppo veloci, ma ovviamente una connessione dati non sufficiente, non garantirà un buona esperienza per videochiamate in altà risoluzione.

Ecco il changelog completo di Viber 5.0 per iOS ed Android:

  • Effettua videochiamate dai dispositivi più diffusi con Android 4.0 e verso altri contatti Viber. Puoi anche trasferire le videochiamate tra dispositivi portatili e piattaforme desktop!
  • Per aggiungere gli amici, basterà inserire il loro numero Viber o leggere il loro codice QR
  • Design tutto nuovo

Altra interessante novità di Viber 5.0 è la possibilità di aggiungere un amico semplicemente scansionando con il proprio smartphone il codice QR assegnato all’utente.

Durante la presentazione poi Marco, “si è lasciato sfuggire” alcune dichiarazioni, nelle quali promette l’arrivo di “importanti novità per Viber” entro la fine dell’anno, in riferimento proprio all’acquisizione della società da parte del colosso dell’e-commerce Rakuten, senza però aggiungere molto altro a riguardo.

Vi lasciamo con i badge per il download gratuito di Viber 5.0 per iOS ed Android, consigliandovi di rimanere con noi per ulteriori notizie sulla vicenda.

Badge-Apple-Store

Badge-Google-Play

Via

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteOppo: in arrivo il successore dell’ N1?
Prossimo articoloCredito Google Play gratis con i sondaggi di Google Opinion Rewards