vendite tablet

Secondo un’indagine di IDC, la famosa compagnia che si occupa di ricerca marketing, le vendite tablet dello scorso anno sono diminuite, così come quelle dell’anno precedente. Insomma, un mercato in crisi che non riesce a rappresentare una concreta ed affidabile evoluzione dei classici portatili, anzi: i 2 in 1 ed i tablet più vicini al mondo dei laptop, sono quelli colpiti meno dalla depressione del settore.

IDC ha stimato che, su un totale di 206,8 milioni di tablet venduti nello scorso anno, c’è stato un calo del 10,1 % rispetto al 2014 e che, nel quarto trimestre del 2015- periodo di piena per le vendite tablet, vista la presenza delle festività natalizie, tanto da costituire un terzo delle vendite annuali- le vendite sono calate del 13,7 % rispetto al periodo corrispondente dell’anno precedente.

vendite tablet

Al contrario dei tablet tradizionali, invece, il mercato dei 2 in 1 è cresciuto a dismisura. IDC ha deciso di raggruppare in questa categoria anche Surface, Surface Pro e iPad Pro, che hanno registrato, insieme agli altri convertibili, cifre da record, con una vendita pari a 8,1 milioni di dispositivi venduti, ovvero più del doppio rispetto al 2014. Questa crescita, secondo alcuni analisti di IDC, sarebbe giustificata dal fatto che gli utenti associno ai laptop tradizionali questa categoria di prodotti, ritenendoli all’altezza di sostituire i classici portatili.

Nonostante ciò, ci sono molti utenti che non hanno grosse esigenze e per cui una buona navigazione web e la possibilità di riprodurre qualche video sono più che sufficienti. Per questa fascia di mercato, Amazon ha pensato al Fire, tablet da sette pollici senza grosse pretese ma con un prezzo molto onesto. Infatti, la famosa azienda di e-commerce si è aggiudicata il terzo posto secondo IDC per quanto riguarda la classifica dei produttori dei tablet più venduti dell’anno, mentre ai vertici restano Samsung, al primo posto, ed Apple.

Sfortunatamente per Microsoft, ciò si traduce in una minore diffusione di Windows sul mercato. Il convertibile più venduto è stato iPad Pro, con poco più di 2 milioni di pezzi, mentre Surface ha venduto 1,6 milioni di pezzi in totale con una maggioranza di Surface Pro.

Dati preoccupanti, insomma, che lasciano intendere ad una probabile involuzione dei tablet a favore di una nuova categoria emergente, quella degli ibridi 2 in 1.

CONDIVIDI
Articolo precedenteiPhone 7 Plus, possibile una versione a 256 GB di memoria?
Prossimo articoloCapodanno Cinese: Honor 6 Plus e Honor 4x in offerta su Amazon