Vendite iPhone in calo nei prossimi anni? È quello che prevede Katy Huberty, analista della banca Morgan Stanley che facendo attenzione alle stime di vendita che la Apple ha per il 2016 ha notato un declino per quanto riguarda il settore iPhone.
Questa sarebbe il primo segno negativo dopo una netta elevazione sul mercato fin dal 2007, ovvero l’anno di nascita del primo iPhone.

Una diminuzione delle vendite del 5,7% durante l’anno fiscale 2016, e l’aumento delle vendite previste per il trimestre in corso è stato rivalutato, correggendo il +6,1% con un -0,6%
La colpa è indubbiamente quella di un mercato troppo saturo, e un aumento dei prezzi a livello internazionale, la parte produttiva degli iPhone che ha sede Cina ha registrato un calo di richieste del 10%, con la previsione di arrivare al 20% durante il prossimo trimestre.

Le previsioni sulle vendite iPhone in calo sono state fatte considerando “lo scenario peggiore possibile”, quindi i risultati mostrano dei dati visibili solo se effettivamente la Apple non ha una sostanziale ripresa e anzi, dovrebbe compiere dei passi falsi per far avverare le analisi.
Inoltre il calo di richieste di produzione potrebbe significare tutt’altro che una mancanza di acquisti da parte degli utenti, come ad esempio un miglioramento nel rifornimento dei magazzini.

Sempre grandi numeri per Apple, vendite iPhone in vetta alle classifiche

Con iPhone 6S e iPhone 6S Plus la Apple ha raggiunto nuovi record di vendite e clienti acquisiti, prima di chiudere questo articolo riguardante le future analisi ricordiamo che nel 2015 sono state vendute 231 milioni di unità, contro i 169 milioni dell’anno scorso.
Anche Apple Watch ha grandi numeri, superando i 21 milioni di dispositivi venduti.

Invece i nuovi prodotti, come lo stesso Apple Watch, l’Apple TV e il futuro iPhone 6C, potrebbero rivalutare le statistiche riguardanti le vendite del prossimo anno.

 

 

CONDIVIDI