Valentino Rossi, dopo aver compiuto proprio ieri ben 37 primavere ha dichiarato che continuerà ancora a calcare le piste del motomondiale in sella alla sua Yamaha. Il Dottor Rossi, dopo un finale di stagione 2015 falsato dal pieno appoggio della Dorna (federazione che gestisce il motomondiale) nei confronti degli amichetti spagnoli Marquez e Lorenzo, è finalmente pronto a riscattare la sua sete di vittorie.

L’Italianissima Milestone, casa di produzione storica di videogiochi motociclistici da quasi vent’anni, ha deciso di cambiar rotta e sviluppare un titolo totalmente dedicato al supercampione nostrano della Motogp. I dettagli ancora non sono chiarissimi, probabilmente oltre alla stagione di Motogp 2016 con relativa licenza e piloti, saranno presenti delle altre modalità. In questo caso troveremo la carriera, dove dobbiamo ripercorrere le tappe più importanti della vita di Valentino Rossi partendo dalla 125. Altre caratteristiche interessanti saranno, seppure in maniera limitata, l’implementazione di altre tipologie di eventi quali i rally e i motocross.

Purtroppo, non è ancora chiaro se saranno disponibili anche le classi Moto 3 e Moto 2 inerenti alla stagione 2016 e ancora non si sa come la Milestone potrà implementare tutte queste funzioni in un unico titolo. Per quanto riguarda i due titoli precedenti per next – gen MotoGP 14 e Motogp 15, presentavano ancora dei difetti cronici come un’irrealistica rappresentazione dei contatti e degli incidenti ed una intelligenza artificiale a volte altalenante. In alcuni casi i piloti risultavano troppo aggressivi in certi frangenti di gara mentre in altri casi risultavano un po troppo “spenti” e da un comportamento artificiale. Altro difetto tipico dei titoli precedenti è “l’effetto trenino” degli avversari i quali potevano risultare pericolosi e noncuranti della nostra presenza in pista.

Per questo titolo, gli appassionati di videogiochi e motociclismo si aspettano grandi cose e sperano che la Milestone non punti solo sul “peso del nome” per attrarre le vendite ma che corregga questi fastidiosi difetti puntando quindi alla qualità del gameplay.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSamsung e marketing: unboxing Galaxy S7 per un bimbo di 4 anni ed un lama!
Prossimo articoloMalware Android, Mazar minaccia la Danimarca