bitcoin

Gli utenti degli USA, durante lo scorso anno, hanno dovuto affrontare una vera e propria “epidemia” di ransomware. Stando ad alcune stime, questi malware che prendono in ostaggio i dispositivi che vengono sbloccati soltanto pagando un riscatto, hanno coinvolto oltre 2.500 utenti che hanno sborsato un totale di oltre 24 milioni di dollari! Una situazione a dir poco allarmante. In media ogni utente attaccato da un ransomware ha dovuto sborsare quasi 10 mila dollari per poter avere nuovamente accesso al proprio dispositivo.

La lotta al terrorismo informatico continua negli USA e non solo

Secondo il Business Insider, ad essere vulnerabili non sono soltanto i comuni utenti, ma soprattutto le amministrazioni pubbliche. Negli USA, ad essere attaccati da un ransomware sono stati anche ospedali, scuole, stazioni di polizia. Questo fenomeno è piuttosto preoccupante. Oltre a minare la sicurezza dei singoli cittadini, i criminali che diffondono questi virus informatici rischiano di creare il caos nella collettività. Questo fenomeno, non a caso, viene spesso definito “terrorismo informatico” o “cyberterrorismo”.

Via