Twitter migra in Europa, apprestandosi a spostare i dati degli utenti non statunitensi sui propri server situati in Irlanda, per salvaguardare la nostra privacy.

Twitter ha apportato importanti modifiche sul proprio regolamento interno per quanto riguarda la privacy dei dati utenti non statunitensi, che prevede la migrazione di tutte le informazioni utente in possesso del social network, dai server USA a quelli di Dublino in Irlanda.

Twitter inizierà la migrazione dei dati utenti alla sede di Dublino a partire dal 18 Maggio prossimo e l’attività interesserà ben il 77% degli utenti attivi del social network, così come indicato nelle nuove policy appena entrate in vigore:

“Se vivi al di fuori degli Stati Uniti, adesso i nostri servizi ti sono offerti da Twitter International Company, la nostra società che ha sede a Dublino in Irlanda. Twitter International Company si occupa della gestione delle informazioni del tuo account secondo le leggi sulla privacy e la protezione dei dati in vigore in Irlanda, le quali si fondano sulla Direttiva dell’Unione Europea sulla protezione dei dati”. Twitter continua poi indicando che “sempre più persone nel mondo utilizzano i nostri servizi: sono circa il 77 per cento gli utenti che cinguettano al di fuori degli States, utenti che potranno essere serviti in maniera migliore a livello globale”.

Attraverso il passaggio della gestione dei dati utente alla Twitter International Company con sede a Dublino, il social network aderirebbe così alla direttiva dell’Unione Europea sulla protezione dei dati, dando un maggiore controllo delle informazioni agli utenti ed inoltre consentirebbe all’azienda di sottrarsi alle sempre più pressanti richieste degli enti governativi americani che chiedono pieno accesso alle informazioni degli utenti raccolte sui server dei maggiori social network del mondo.

[

La migrazione dei dati per utenti non statunitensi, riguarderà anche altri servizi legati a Twitter, quali Digits e la neonata applicazione per il live streaming Periscope.