Twitter acquisisce l’azienda indiana ZipDial, facendo sue le chiamate perse ed aumentando notevolmente l’investimento in India, uno dei paesi maggiormente in crescita in questi anni.

Twitter annuncia ufficialmente l’acquisizione dell’azienda ZipDial, molto nota in India per aver realizzato un sistema di gestione delle chiamate perse ed aumentando la propria presenza in uno dei paesi maggiormente in crescita al mondo.

ZipDial e le chiamate perse

ZipDial è una giovane azienda start-up di Bangalore, divenuta famosa nel mobile marketing tanto da annoverare tra i propri clienti, aziende multinazionali del calibro di Walt Disney, Colgate, Procter & Gamble,Palmolive ed altre ancora.

La maggior parte delle utenze mobile in  India non usufruiscono di piani di abbonamento flat, pagando quindi ogni singola chiamata fatta od sms inviato, per tanto, come accadeva fino ad alcuni anni fa anche in Italia, è usanza, effettuare “un paio di squilli”, per avvisare qualcuno del proprio ritorno a casa dopo una serata fuori ad esempio od avvertire qualcuno del nostro imminente arrivo, senza spendere nulla.

ZipDial ha così pensato di realizzare un nuovo servizio, che consente agli utenti di chiamare uno specifico numero, senza che vi sia risposta e quindi addebito, ricevendo come ritorno, messaggi di testo, telefonate, video, contenenti pubblicità, sconti, questionari, informazioni ed altro ancora. In India l’idea è stato un successo assoluto, apprezzato dalle compagnie telefoniche, visto il traffico generato, dagli utenti, che possono ricevere sconti ed informazioni gratuitamente  e soprattutto dalle aziende pubblicitarie, che hanno esposto ovunque, nei centro commerciali, locali, pubblicità in strada, tv e cinema, numeri ZipDial da chiamare, per creare una rete di follower in pieno stile Twitter, in grado di raggiungere quota 400 milioni di chiamate perse in pochissimo tempo.

Twitter e ZipDial

E proprio Twitter ha apprezzato talmente tanto l’idea dei follower di ZipDial, da acquisire la società per circa 40 milioni di dollari, permettendo così di veicolare direttamente il business pubblicitario generato dalle chiamate perse in India ed aumentare notevolmente la propria presenza in un paese fortemente in crescita e “diventare ancora più accessibile nel mondo” come riportato dalla stessa azienda nella propria pagina ufficiale.

Ovviamente anche ZipDial ha accolto con entusiasmo questa importante acquisizione dichiarando:

“Questo è un grande risultato per tutta la squadra ZipDial, ed è l’opportunità per riflettere su tutto ciò che abbiamo realizzato dal 2010. La società è stata fondata sulla consapevolezza che i consumatori e i brand nei mercati emergenti si comportano in modo diverso e hanno esigenze diverse. Progettando piattaforme adatte alle diverse necessità, abbiamo raggiunto più di un miliardo di connessioni con i marchi, pari a 60 milioni di utenti. Le nostre innovazioni hanno portato a premiato il lavoro con i marchi leader a livello mondiale in tutta l’Asia meridionale, Sud-Est asiatico e in Africa.” 

Twitter insomma cerca di espandersi, crescere e migliorare e soprattutto iniziare a realizzare introiti per poter sopravvivere ad una concorrenza sempre più agguerrita ed  in quale modo al mondo poteva farlo se non acquisendo oltre 60 milioni di nuovi follower?