Fibra Ottica in Italia, quando la copertura nel nostro Paese?

Si sente spesso parlare di Banda Ultralarga, o così detta Fibra Ottica, ma molti non ne conoscono il significato. Andiamo in questo articolo a chiarire, passo per passo, tutto ciò che c’è da sapere sulla Fibra Ottica.

Cos’è la Fibra Ottica e come funziona?

Nel corso degli ultimi anni, con l’aumento delle utenze, si è reso necessario investire per l’ampliamento e l’aumento della banda di connessione. Alcune limitazioni della connessione Adsl hanno portato allo sviluppo di nuove tecnologie per la trasmissione dei dati. La Fibra Ottica, appunto, è il nuovo mezzo che permette di avere prestazioni migliori sotto ogni punto di vista.

La Fibra Ottica non è altro che un cavo all’interno del quale passano dei sottilissimi filamenti trasparenti di fibra di vetro o polimeri plastici. Grazie a queste fibre trasparenti, i dati vengono trasmessi sotto forma di impulsi luminosi. Siccome la luce è in grado di raggiungere una velocità di circa 300.000 km/s, anche la trasmissione dei pacchetti sarà rapidissima.

Fibra OtticaCon la fibra è possibile trasmettere grandi quantità di dati in tempi molto brevi, raggiungendo velocità elevatissime, fino a 1024 Mbit/s per ogni singolo filamento. La velocità di connessione della fibra in Italia è in continuo aumento, grazie soprattutto agli investimenti fatti negli ultimi anni, circa 6 miliardi di euro e grazie anche ai vari siti che propongono approfondimenti, come la guida alla fibra ottica di Facile.it, è possibile capire anche altri fattori che intervengono per il raggiungimento di tali velocità

Cosa differenzia la Fibra Ottica dall’Adsl?

Fibra Ottica e Adsl sono due tecnologie che si basano su due diverse tipologie di cavi, fibra di vetro e rame. Le differenze fisiche e le proprietà dei due cavi sono alla base delle diverse caratteristiche che offrono. Mentre la trasmissione di pacchetti su filamenti di rame avviene tramite impulsi elettrici, sui filamenti di vetro avviene tramite impulsi luminosi. Ciò comporta che il cavo di rame è soggetto ad interferenze esterne di tipo elettromagnetico mentre il cavo di fibra no.

L’impedenza restituita dai due diversi materiali comporta anche una perdita di prestazioni man mano che la distanza aumenta. Questo problema è molto più presente sulla linea Adsl. La velocità massima di connessione raggiungibile con Adsl è di 20 Mbit/s in Download e 1 Mbit/s in Upload mentre per la fibra ottica si sale a 1000Mbit/s in Download e 200Mbit/s in Upload.

Oltre alla velocità molto più elevata, il Ping anche ha una grande differenza. Il Ping è un fattore che indica quanti millisecondi impiega il pacchetto ad arrivare al Server ed a tornare alla sorgente di esso.

Da cosa dipende la velocità di connessione?

Seppur i vantaggi rispetto all’Adsl siano molteplici ciò non vuol dire che la connessione in Fibra Ottica non sia soggetta a condizioni che ne possano diminuire le prestazioni. Infatti, i fattori che possono influenzare negativamente la velocità di connessione sono tanti.

La presenza di impurità all’interno del filamento, giunti e curvature della linea possono infatti causare una perdita di prestazioni. Ovviamente il materiale, seppur essendo di pura trasparenza, ha una sua impedenza che causa una perdita man mano che ci si allontana dalla fonte, anche se è molto irrilevante rispetto alle perdite ottenute su Adsl. Altri problemi possono essere legati al Software o all’Hardware che gestisce la linea presente all’interno delle Centrali e Cabine, fino al nostro modem.

FTTH, FTTS e FTTC? Differenze e prestazioni

Avrete sicuramente sentito parlare di queste sigle ma, cosa indicano? L’acronimo FTT, in inglese, sta per Fiber To The ed è seguito dall’ultima lettera che indica fin dove la connessione passa tramite fibra. Approfondiamo:

  • FTTH (Home): il cavo in Fibra Ottica parte dalla centrale ed è portato fino all’appartamento di ogni utente, garantendo una velocità massima di 1000Mbit/s.
  • FTTS (Street): il cavo in Fibra Ottica copre solo il tratto tra la centrale ed un mini distributore (DSLAM) vicino al Cabinet mentre il collegamento fino a casa si affida al rame.
  • FTTC (Cabinet): come per la FTTS, il cavo in Fibra Ottica copre solo un tratto tra la centrale ed il Cabinet, facendo poi affidamento al rame fino alle singole abitazioni.

Piano nazionale Banda ultra larga

In coerenza con gli obiettivi dell’Agenda digitale europea il governo ha elaborato un Piano strategico nazionale che definisce i principi base delle iniziative pubbliche a sostegno dello sviluppo della banda ultralarga dal 2014 al 2020. L’obiettivo è quello di “garantire a tutti i cittadini una copertura del servizio di connettività a banda larga (almeno 2 Mbps)”

Vantaggi e svantaggi della Fibra Ottica

Sicuramente il punto di forza della Banda Ultralarga è la velocità di connessione e la sua affidabilità. Trovare punti a sfavore per la connessione in Fibra Ottica è davvero difficile, se non per una questione di prezzo. Infatti, rispetto alle offerte Adsl, il costo potrebbe essere superiore, anche se le offerte dei vari operatori si stanno a poco a poco allineando con le vecchie offerte Adsl.

Un altro svantaggio può essere la gestione della Fonia. Infatti, mentre su connessione Adsl le telefonate viaggiano su frequenze apposite, su Fibra Ottica sono in VOIP, quindi non sarà possibile usufruire del telefono in caso di mancata connessione o elettricità.