Tre Italia Customer Care

Multa salata per Tre Italia, che di fronte alle accuse mosse dal’AGCOM in merito alla cattiva gestione del customer care dovrà versare una quota di ben €300.000 per ingiusto sussistere dei criteri di correttezza, trasparenza e chiarezza nell’esposizione dell’albero di navigazione IVR, ovvero sia la combinazione di numeri da digitare per selezionare il servizio desiderato al 133.

A tutto questo si aggiunge il fatto che molti utenti Tre H3G hanno lamentato l’impossibilità di poter procedere ad una comunicazione chiara, diretta ed in tempo reale con un operatore fisico del settore in relazione a problemi di diversa natura e reclami, spesso e volentieri archiviati o demandati alle FAQ sul sito web di riferimento, In definitiva, pessimo lavoro per 3, che dovrà contraccambiare le mancanze con il pagamento della sanzione da stabilirsi entro il limite massimo di 30 giorni con 60 giorni di limiti di tempo per la presentazione del ricorso formale al TAR del Lazio a seguito della notifica d’ammenda. Le violazioni fanno esplicito riferimento agli articoli 4 comma 1, lett. h), i) e k) e 6, comma 1 della delibera n.79/09/CSP, i quali indicano un danno esteso ad una platea di utenza considerevolmente rilevante, qual’è quella di Tre Italia.

E voi come ritenete il servizio clienti 3? Lamentatevi pure, se volete. Le cose stanno per cambiare.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovo volantino Euronics, arriva il sottocosto a tasso zero su tantissimi prodotti
Prossimo articoloMicrosoft abbatte le barriere linguistiche con il primo traduttore universale personale per smartphone