TIM Special Smartphone Edition

TIM ha appena annunciato il via alle fasi di sperimentazione per la nuova tecnologia vRAN, architettura che consentirà di migliorare la rete in velocità, attraverso l’ausilio di server virtuali.

La tecnologia vRAN, acronimo di Virtual Radio Access Network, è stata concepita con la collaborazione di Altiostar. Testata nei laboratori di Torino con il preciso scopo di ottimizzare le reti 4G LTE-A, sfrutta dei server virtuali per coordinare i segnali provenienti da siti radiobase differenti, migliorandone la qualità e l’efficienza. I testi sui server cloud effettuati da TIM a Torino hanno portato alla luce risultati soddisfacenti ed una capacità di gestione dei segnali anche su lunghe distanze. Il tutto, possibile grazie all’impiego di tecniche di trasmissione efficienti basate su Ethernet fronthauling.

Un impegno che dimostra chiaramente le intenzioni di TIM per il futuro delle infrastrutture di quinta generazione. Di fatto, la nuova piattaforma cloud rappresenta un passaggio fondamentale verso il futuro standard, in quanto propone sistemi efficienti che miglioreranno progressivamente la qualità del servizio mobile.

Inoltre, la possibilità di poter contare su una tecnologia scalabile, flessibile e aperta a terzi in relazione allo sviluppo degli algoritmi, permette una gestione dinamica delle funzionalità SON (Self Organizing Network) come ad esempio i metodi di configurazione automatica della rete sviluppati da TIM.

VIA