The Division 2: le ragioni di Ubisoft dietro il nuovo capitolo della saga

The Division 2: le ragioni di Ubisoft dietro il nuovo capitolo della saga

La notizia ha veramente lasciato tutti a bocca aperta: Ubisoft sta lavorando a The Division 2, un nuovo capitolo della saga iniziata con l’uscita del primo capitolo nel 2016. Una notizia che ha ovviamente fatto pensare a quello che sarà il futuro del primo capitolo, che aveva visto di recente aggiornamenti importanti che avevano ravvivato l’ormai “addormentata” community.

Ma quali sono state le ragioni che hanno portato l’azienda a creare un nuovo capitolo? Gli sviluppatori stessi ci dicono essere convinti che la saga abbia un potenziale notevole, esplorabile solamente con la creazione di un nuovo gioco. Inoltre, con il passare del tempo, il motore grafico è stato migliorato notevolmente e The Division 2 dovrebbe mostrarcelo in tutta la sua potenza.

Moltissime domande sono ancora senza risposta, prima su tutte l’ambientazione, di cui ancora non si sa nulla. Si hanno però informazioni chiare su chi svilupperà il titolo: coerentemente con il primo capitolo, la software house produttrice sarà Massive Entertainment e il publisher la solita Ubisoft.

L’uscita del titolo dovrebbe essere prevista per Aprile 2019, quasi un anno esatto a partire dalla data di annuncio. Il periodo di rilascio dovrebbe essere un metodo per inserirsi in una finestra di mercato potenzialmente molto favorevole o perlomeno poco ostile: a fine anno saranno rilasciati titoli del calibro di Red Dead Redemption 2 (attesissimo da molto tempo) e del tempo in più non guasta mai, soprattutto per migliorare fasi di gioco fondamentali (come il loot, per esempio, punto debole del primo capitolo).