L’arcivescono di Edimburgo, Leo Cushley, ha presentato in Vaticano una nuova applicazione a tema religioso su smartphone e tablet, dal nome The Catholic app, anche se nel web c’è chi si è divertito a soprannominarla “Sindr”, facendo riferimento all’applicazione per trovare anime gemelle, Tinder unito con la parola “sinner“, che in inglese sta a significare “peccatore”.

The Catholic App è stata realizzata con l’intento di “ringiovanire la vita parrocchiale diffondendo la misericordia di Dio con metodi contemporanei. L’idea è stata ispirata da Dio stesso. Ha detto di essere fantasiosi su cosa fare per l’Anno Santo della Misericordia”, ha commentato l’arcivescovo Cushley.

Il funzionamento è piuttosto semplice: è sufficiente avviarla per trovare le messe che si stanno svolgendo intorno a noi o quelle che stanno per cominciare, senza la necessità di “dover raccogliere in giro e conservare le brochure diocesane con gli orari delle messe e gli indirizzi”. Inoltre consente di trovare i confessionali disponibili più vicini e di pianificare le proprie visite spirituali. Completa il servizio le ultime notizie dalle chiese locali.

L’app di monsignor Cushley sta già facendo il giro del mondo non solo per la sua utilità tra i fedeli: in effetti aiuta a trovare con un solo tap le parrocchie vicine dove potersi confessare, sfruttando la tecnologia gps, creando un vero e proprio filo diretto con le chiese della propria zona. L’uscita della nuova applicazione è prevista per la metà del 2017.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCyber Monday MediaWorld, tante offerte nello speciale volantino
Prossimo articoloVoodoo, un gioco tutto italiano approda su KickStarter