In queste ore sta circolando su Facebook un video condiviso dalla pagina “Aiutiamo la Polizia“, accompagnato dal seguente messaggio: “Aiutiamo per favore la polizia ad individuare questo vigliacco. Diffondiamo Subito!”.

Il filmato mostra un uomo che abbandona il proprio cane assicurandolo ad un albero: nella clip viene specificato che il fatto è avvenuto a Terrasini (in provincia di Palermo), ma – anche se il video è autentico- l’episodio non è affatto avvenuto in Sicilia, bensì in Messico.

Come prontamente segnalato dalla redazione di Bufale.net, il video è disponibile su YouTube già dal 24 maggio 2017, caricato dal canale NoTimeExpr Es Noticia e visionabile in calce all’articolo.

Il filmato ha fatto il giro dei blog e dei siti di informazione in lingua spagnola, come El Universal, dove si legge quanto segue: “Tramite Facebook, un uomo identificato come Roberto Cortes ha condiviso un video dove si vede un soggetto abbandonare il suo cane. Presumibilmente, l’evento ha avuto luogo presso la colonia di Rio de la Luz a Ecatepec, Messico”. L’articolo prosegue spiegando che si tratta di una cagnolina e che nel momento in cui veniva pubblicata la notizia, la cucciola era stata soccorsa e si trovava già pronta per l’adozione.

Un altra testata, Sdpnoticias, ha riportato degli aggiornamenti in data 25 maggio:  “Secondo quanto affermato da Mundo Patitas (l’organizzazione che si è occupata del soccorso della cagnolina ndr), il sospettato sarebbe stato identificato ed avrebbe anche motivato la sua azione ripresa nel video affermando che cucciolo non era di sua proprietà: <<l’ho sorpreso a camminare su Central Avenue, ho comprato cibo e ho rimediato quello straccio, l’ho lasciato lì perché ho pensato che sarebbe stato più sicuro e qualcuno l’avrebbe adottato>>“.

A prescindere dalla credibilità o meno delle dichiarazioni dell’autore del gesto, né il filmato né l’abbandono sono avvenuti in Italia, anche se tali atti sono da considerarsi deplorevoli ovunque essi avvengano. Purtroppo però è inutile lanciare appelli disinformati, poiché anche la notizia autentica provoca da sé lo stesso senso di indignazione.

Ricordiamo che nel caso in cui ci si trovi davanti ad un atto di abbandono, questo va denunciato alle Autorità competenti, come specificato ampiamente nell’articolo disponibile al seguente link.

Va sottolineato infine che la pagina “Aiutiamo la Polizia” non è una pagina Facebook ufficiale delle Forze dell’ordine: consigliamo di seguire quelle verificate al fine di ricevere notizie reali, quali Commissariato di PS Online – Italia, Agente LISA e Una vita da social.