Ancora una volta la protezione Denuvo è risultata inefficace ed il nuovissimo Tekken 7 è stato crackato in tempi record nella sua finestra di lancio. Ci sono voluti soltanto 4 giorni prima che un hacker provvedesse ad eludere i “severi” controlli della protezione, ma non è certo una sorpresa: anche Resident Evil 7 e Mass Effect: Andromeda sono stati “bucati” circa una settimana dopo il lancio.

Sembra proprio che il sistema Denuvo stia per tramontare, dato che in questo periodo più che una misura antipirateria sembra soltanto un inutile fastidio in più che sta provocando danni ai suoi acquirenti piuttosto che agli hacker, i quali riescono tranquillamente ad eludere i “severi” controlli in tempi sempre più brevi.

Buona parte degli acquirenti legittimi non vede di buon occhio tutte le fastidiose procedure obbligatorie per l’attivazione online delle copie originali, per non parlare dei possibili disturbi sulle prestazioni dei vari titoli causati proprio dal sistema di controllo di un drm che sta registrando risultati sempre più scarsi: alcuni titoli come Dishonored 2 o RiME stanno difatti presentando alcuni problemi proprio a causa dell’implementazione dell’ultima versione di Denuvo. Per fortuna non è il caso dell’arcinoto picchiaduro di Bandai Namco, il quale non presenta alcun problema nella sua versione PC.

FONTEFonte
CONDIVIDI
Articolo precedenteSamsung Galaxy Note 8: eccolo in un disegno schematico con Infinity Display e dual camera
Prossimo articoloNokia 9: per GeekBench ha 6GB di RAM e si basa su Android N 7.1.1