Samsung Galaxy S8

Samsung Galaxy S8 potrebbe essere uno smartphone <<tutto schermo>>, complice cornici sottilissime e ingombro ridotto. Ne sono convinte le indiscrezioni reiteratesi finora, che oltre ad immagini e render quantomeno credibili e realistici, hanno azzardato soluzioni tecnologiche e componentistiche hardware in linea con le aspettative e le prossime strategie di casa Samsung. Una conferma in tal senso arriva proprio da Synaptics, che in queste ore ha tolto il velo ad un lettore ottico di impronte digitali da posizionare e incorporare al di sotto del display. Sulla scorta dei rumors legati al prossimo portabandiera coreano e, più in generale, ad una soluzione già attuata da Xiaomi con il suo recente Mi5S.

Che Natural ID FS9100 – il nome, per inciso, coniato da Synaptics per il proprio componente – possa dunque rientrare di diritto tra le novità cardine di Samsung Galaxy S8 è più di una ipotesi. E in effetti le caratteristiche del sensore rispecchiano tutte le peculiarità chiacchierate finora dai bene informati: possibilità di esser incastonato al di sotto di un vetro – quello principale identificante il display dello smartphone – spesso un millimetro, ma anche riconoscimento garantito in presenza di mani bagnate. Sarà quindi possibile, di riflesso, sbloccare lo smartphone tramite sensore ottico anche sotto la doccia.

Il sensore verrebbe poi alloggiato sotto il pannello principale frontale, con una efficacia pressoché intatta anche di fronte a copertura del vetro 2.5D: una soluzione tutto sommato interessante, che permette di preservare il detto componente ad usura, graffi e all’acqua. Le dimensioni del lettore restano comunque esigue, e questo permette al produttore di turno di non dover ingrandire troppo lo spessore del proprio dispositivo.

Insomma, pur non annoverando esplicitamente Samsung Galaxy S8, è possibile (se non addirittura certo, secondo indiscrezioni dell’ultima ora) che l’ultima <<fatica>> di Synaptics possa trovar riscontro, lato commerciale, proprio sul prossimo portabandiera coreano. Il tempo scioglierà ad ogni modo le ultime riserve, in attesa di ufficialità o smentite da parte della stessa Samsung.

via