Surface Phone

Windows 10 Mobile stenta a decollare, eppure l’attenzione di Microsoft sembra esser ancora tutta rivolta verso il <<caldo>> e sempre più saturo segmento mobile. La riscossa è firmata Surface Phone, ed in tal senso riecheggiano ancora le parole proferite soltanto qualche giorno addietro dal CEO Satya Nadella. L’intenzione del gigante di Redmond è presto detta: tornare in pista nel settore, in ossequio ad un approccio diametralmente opposto e diversificato rispetto alla concorrenza ad oggi lontanissima in termini di quote mercato. Microsoft vuol portare insomma una ventata di novità al segmento mobile, cambiando strategia e paradigmi: più che inseguire affannosamente Apple e Google, l’azienda statunitense coltiva l’ambizione di tracciare una strada. Nuova, diversa e chissà, magari capace di rimescolare dinamiche e scenari finora inequivocabili.

Surface Phone potrebbe insomma esser veramente il <<dispositivo mobile definitivo>>, parafrasando le parole al fulmicotone proferite proprio dall’addì di Microsoft. Le indiscrezioni reiteratesi finora sono tante e abbastanza incerte nelle loro ricostruzioni, eppure sembra esser dietro l’angolo un importante punto di svolta: secondo quanto infatti raccolto dal bene informato ed autorevole Commercial Times, Pegatron avrebbe già iniziato le manovre propedeutiche alla costruzione dei primi dispositivi di prova del device firmato Microsoft. Pegatron, ricordiamo, è l’azienda incaricata dai vertici di Redmond della produzione dello sfruculiante Surface Studio, oltre che cuore nevralgico delle dinamiche di Apple, che è solita far realizzare alla detta società un gran numero di iPhone.

Se due più due fa quattro, potremmo esser vicinissimi all’inverarsi dei primi Surface Phone pronti ad essere testati in prima persona da Microsoft. In una nota correlata, sopraggiungono altresì alcune indiscrezioni a contorno della notizia, in particolar modo relative alle caratteristiche e componentistiche hardware. E, in tal senso, viene confermata la presenza del processore Snapdragon 935 e di uno scanner di impronte digitali integrato nel display. Resta ancora da confermare la voce che vedrebbe Surface Phone capace di emulare le applicazioni x86 su architettura ARM in modalità Continuum, per inciso una caratteristica imminente ventilata per il prossimo Windows 10 in debutto a fine 2017 e il cui rilascio dovrebbe coincidere proprio con l’ufficializzazione di Surface Phone. Quasi una sorta di quadratura del cerchio.

via