Grande evoluzione per l’inimitabile Super Mario Bros. A distanza di trent’anni dalla sua nascita, adesso sbarca su Wii U e diventa Super Mario Maker.

Il re dei videogiochi, che ha incantato un’intera generazione nella sua tuta da lavoro e i grandi baffi. Saltava qua e la all’interno dei nostri Nintendo. Un piccolo eroe che ci ha intrattenuto ed è apparso in più di 100 giochi differenti. Il suo debutto è avvenuto nel 1981 in Donkey Kong.

Il suo scopo era quello di salvare una principessa. Ai tempi era ancora un personaggio ignoto, non ancora conosciuto e amato. Solo due anni dopo è diventato Mario Bros. Per il “Super” davanti abbiamo dovuto attendere altri due anni, il 1985. Da quell’anno a oggi sono passati appunto trenta primavere e le copie vendute di Super Mario Bros sono ben 300 milioni.

Shigeru Miyamoto, il papà del “nostro” Super Mario, è emozionato di questo importante traguardo. Ma alla domanda di come sarà Mario tra altri 30anni non sa rispondere. “Difficile dirlo, non so nemmeno se sarò qui. Ma certo, immagino che lui ci sarà ancora come c’è ancora Topolino. Credo che supererà il confine dei media digitali, esistendo in tante altre forme, iniziando dai parchi a tema. Insomma, è ancora molto giovane Mario e ha tante cose da fare davanti a sé ”

Ed è proprio vero, lo dimostra la sua recente evoluzione per la Wii U, che lo vede diventare Super Mario Maker.