Stranger Things: Francesca Reale è tra le new entry della terza stagione

Stranger Things: Francesca Reale è tra le new entry della terza stagione

L’attrice americana Francesca Reale, nota per aver interpretato Emily, la sorella minore di Miranda Sings nella serie comedy originale Netflix Haters Back Off, è tra le new entry della terza stagione di Stranger Things. Inoltre approderà a breve al cinema col film Yes, God, Yes insieme a Natalia Dyer (Nancy di Stranger Things). Non si sa molto sul suo personaggio, gli unici dettagli che sono emersi è che vestirà i panni di Heather, una misteriosa bagnina molto conosciuta nella cittadina di Hawkins, che sarà il pezzo centrale di un oscuro mistero.

Stranger Things
Stranger Things

L’attrice non è l’unica nuova aggiunta al cast, insieme a lei ci saranno anche Cary Elwes, Jake BuseyPriah Ferguson Maya Thurman-Hawke. Cary Elwes interpreterà il Sindaco Larry Kline, descritto come il classico subdolo politico degli anni ’80, patetico e arrivista. Jake Busey vestirà i panni di Bruce, un giornalista dell’Hawkins Post, moralmente corrotto, descritto come sessista e in sovrappeso. Maya Thurman-Hawke interpreterà Robin, una ragazza alternativa e sveglia stufa del proprio lavoro e alla ricerca di qualcosa di più emozionante nella sua vita. Ne arriverà addirittura troppa quando scoprirà un oscuro segreto che aleggia nella città di Hawkins. Priah Ferguson ritorna nelle vesti di Erica Sinclair, sorella minore di Lucas, stavolta come presenza fissa del cast. La ragazzina nella nuova stagione avrà con sè tantissimi amici dalla sua parte e non starà più ferma a guardare da lontano ciò che succede in città, decidendo di avventurarsi in una pericolosa missione per salvare Hawkins da una nuova terribile minaccia.

La nuova stagione sarà composta da 8 episodi e debutterà sulla piattaforma streaming nel corso del 2019. Non ci sono ulteriori informazioni riguardanti la trama, se non che la storia sarà ambientata nel 1985 in seguito a un salto temporale in cui vedremo i ragazzini alle scuole superiori e non più alle medie.